Icma Sartorial Paper, il Comune di Mandello premia Silvia Buzzi con la benemerenza civica “Grigna d'Oro”

L'imprenditrice è stata l'unica cittadina a ricevere il riconoscimento assegnato dall'Amministrazione Fasoli

Il sindaco Fasoli con Silvia Buzzi

Un riconoscimento al talento imprenditoriale ma soprattutto all'attenzione al mondo dell'associazionismo, al territorio, alla società e alle persone in difficoltà. Con queste motivazioni ieri sera, venerdì 24 gennaio 2020, il consiglio comunale di Mandello del Lario, riunito in seduta straordinaria nel teatro comunale Fabrizio De Andrè, ha consegnato l'unica benemerenza civica 2019, “Grigna d'oro”, all'imprenditrice Silvia Buzzi, Presidente di Icma Sartorial Paper, azienda di Mandello che dal 1933 nobilita con creatività e innovazione la carta destinata al packaging dei marchi del lusso.

Il Comune ricorda nella motivazione della consegna del premio che Silvia Buzzi ha assunto la guida dell'azienda di famiglia Icma, fondata dalla nonna Matilde Carcano, “determinandone un grande sviluppo”. Per sua iniziativa dal 1996 Icma assegna le borse di studio per i figli dei dipendenti: «Esempio di attenzione alle famiglie dei lavoratori e aiuto concreto per la crescita delle nuove generazioni». 

E ancora si legge nelle motivazioni del Comune: «Ha ricoperto incarichi prestigiosi in seno alla sezione lecchese di Confindustria, promuovendo l’imprenditoria femminile. Ha contribuito, con cospicui investimenti, alla riqualificazione del centro sportivo comunale, del rifugio Bietti-Buzzi di proprietà del Cai Mandello e aiutando tante altre realtà e famiglie all’interno della comunità». Argomentano infine le motivazioni del “Grigna d'oro”: «Sulle orme del padre Luigi e della madre Elena è esempio di profonda umanità, discrezione ed estrema vicinanza alla comunità mandellese».

"Grigna d'Oro" a Silvia Buzzi

«Ai miei genitori, nonni e bisnonni, tutti imprenditori appassionati del loro lavoro e coscienti di creare  benessere con le proprie imprese  dedico il riconoscimento che avete voluto dare a me – ha commentato Silvia Buzzi - Come loro sento il peso di questa responsabilità: in un mondo in continuo cambiamento, le sfide sono tante ma sino a qui siamo arrivati  e, grazie anche a chi ora mi affianca nella conduzione aziendale, le premesse ci sono per continuare bene anche in futuro». Continua Buzzi: «Siamo convinti che Fare Impresa non sia solo raggiungere un risultato economico, che comunque è indispensabile per la sopravvivenza dell'impresa stessa, ma significhi lavorare anche per il bene della società tutta, nel rispetto delle persone che dedicano tempo ed energie per l'azienda e nel rispetto dell'ambiente».

«A Silvia Buzzi vanno le più sincere congratulazioni a nome mio personale e di tutta la nostra compagine associativa per questo meritato riconoscimento - commenta il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Lorenzo Riva - Siamo orgogliosi di annoverare fra i nostri Associati una donna e un’imprenditrice che ha saputo contribuire in modo significativo allo sviluppo non solo di un’impresa eccellente, ma anche dell’intero territorio. A Silvia Buzzi va anche la nostra gratitudine per il contributo propositivo che ha sempre garantito alla nostra Associazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il “Grigna d'oro” è un riconoscimento speciale per i mandellesi che hanno tenuto alto il nome del paese in ambito sociale, sportivo, scolastico, artistico o economico, e per le associazioni che con il loro impegno diventano una ricchezza per il tessuto locale. Una sorta di “Ambrogino d’oro”, benemerenza assegnata a Milano, o di “San Nicolò d’oro” della più vicina Lecco. Nel 2018 il consiglio comunale ha approvato il regolamento del “Grigna d'oro”: ogni anno sono assegnate massimo tre benemerenze. Nel 2018 sono stati tre i premiati, nel 2019 la benemerenza è stata una sola, assegnata alla Presidente di ICMA, la prima donna a ricevere questo premio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gessate saluta Elena e Diego, privati della loro vita dalla follia omicida del padre: «Ciao nanetti»

  • Valmadrera, tragedia sul Sentiero delle Vasche: ritrovato un corpo senza vita

  • Tragedia di Margno: sabato i funerali dei piccoli Elena e Diego, poi quelli di Mario Bressi

  • Mandello piange Marco Maggioni, scomparso a 55 anni

  • Multa fino a 1.500 euro per chi pesca un siluro e non lo ammazza

  • Ritrovata e affidata alla famiglia la minorenne scomparsa da Rogeno

Torna su
LeccoToday è in caricamento