Controlli della Polizia locale con il drone, le immagini di Calolzio dal cielo

Città quasi deserta nei giorni dell'emergenza Covid-19. L'assessore Caremi: «Nel complesso i cittadini stanno seguendo regole e indicazioni. L'appello è sempre "Restate a casa"»

La Polizia locale di Calolziocorte ha iniziato a utilizzare anche il drone per i controlli del territorio nelle giornate dell'emergenza Covid-19. Ecco alcune delle immagini più significative raccolte durante "il volo" di questa mattina, giovedì 26 marzo. Gli agenti del Comando guidato da Andrea Gavazzi hanno utilizzato l'aeromobile a pilotaggio remoto per riprendere varie zone della città da diverse altezze: dal centro città al Lavello, dalla Lecco-Bergamo alla frazione di Sala. La città appare deserta, o quasi.

L'utilizzo del drone per i controlli previsto dal DPCM

«Nel complesso i cittadini stanno seguendo le regole e le indicazioni in queste delicate giornate di emergenza - commenta l'assessore alla Polizia locale Luca Caremi - Dalle immagini riprese dagli agenti non risultano assembramenti e le strade sono quasi vuote. Anche dai controlli effettuati lungo le strade nei giorni scorsi non sono emerse particolari problematiche, c'è stata qualche denuncia ma non in numero elevato, la maggior parte dei fermati avevano l'autocertificazione e motivazioni valide. Qualcuno ci aveva segnalato alcuni movimenti eccessivi, soprattutto nelle frazioni, ma al momento non abbiamo riscontrato violazioni particolari. Il DPCM ha concesso la possibilità di utilizzare il drone, e allora abbiamo deciso di attivarci anche in questo senso. Ci saranno ulteriori controlli dal cielo anche nei prossimi giorni».

Spesa a domicilio nel periodo della crisi, ecco la lista dei negozi

L'Amministrazione aveva un po' di timore per la zona del Lungoadda, ma pure lì, forse anche a seguito dell'appello lanciato nei giorni scorsi dal sindaco Marco Ghezzi, non si stanno notando persone a passeggio. «Avanti così - aggiunge Caremi - l'appello è sempre "Restate a casa", e se dovete proprio uscire per la spesa, per comprovate esigenze lavorative e di necessità secondo quanto previsto dalla normativa di emergenza, rispettate sempre le distanze e utilizzate le mascherine».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche il Comune di Calolziocorte, come altri del territorio, ha promosso, grazie alla preziosa disponibilità di diversi esercenti cittadini, un servizio di consegna dei pasti e delle medicine a domicilio. Se necessario, per la fasce più deboli, intervengono nelle operazioni di consegna anche i volontari della Protezione civile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Coronavirus, Borrelli sposta la fine della quarantena: «Credo che staremo a casa anche il primo maggio»

  • Sconti per famiglie in difficoltà e corsie preferenziali: le misure di Esselunga contro il Coronavirus

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: «Vi chiediamo di scaricarla tutti»

  • Coronavirus, Fontana: «Bisogna prepararsi se il Coronavirus dovesse tornare a ottobre»

Torna su
LeccoToday è in caricamento