Lecco-Pradello: aperto il primo tratto della ciclopedonale che porterà nel cuore di Abbadia

Attesa da svariati anni, la via sarà percorribile in sicurezza da pedoni e velocipiedi. A breve sarà installato anche l'impianto d'illuminazione diretta

I primi passi sulla ciclopedonale Lecco-Abbadia

18 aprile 2019. A quindici anni dall'originaria progettazione (2003) e a nove dalla prima assegnazione dei lavori (2010), finalmente sarà possibile raggiungere a piedi e in bicicletta (quantomeno in sicurezza) la località Pradello, da stamattina collegata alla zona delle Caviate di Lecco. Opera attesa e simbolica rispetto al progetto integrale, che ha nel tratto a sbalzo tra Pradello a l'abitato di Abbadia Lariana la sua parte più interessante, turisticamente e non solo. Poco dopo la partenza, si trova la piazzola con le panchine, riqualificata grazie al supporto economico di Linee Lecco.

Da Malgrate a Colico in pullman: parte la prima linea turistica dedicata alle attrazioni lecchesi

«Olimpiadi? Si lavori qui da noi»

Il sindaco di Lecco Virginio Brivio ha fatto gli onori di casa, commentando così l'apertura della nuova via: «Anas ha realizzato un primo pezzo simbolico, ora si sta lavorando al secondo lotto, che è sempre una priorità massima. Quando i lavori sono stati divisi Abbadia non era contenta della scelta, ma anche il secondo è un tratto che interessa anche a noi. Essendo quello un tratto a sbalzo, durante l’esecuzione si è capito che bisogna mettere prima in sicurezza quello che già c’è. Inoltre, quando si parla di Olimpiadi bisogna mettere a posto la Statale 36 e va fatta la Lecco-Bergamo, perché passa tutto da qui».

Il progetto "Brezza sull'Adda"

«Sono stati effettuati dei lavori per migliorare la sicurezza di questa tratta - ha spiegato il dirigente Anas -. L'intervento è stato realizzato in collaborazione con gli enti sul territorio; stiamo ora lavorando al cuore dell’opera, il secondo lotto. La ciclopista godrà di un'illuminazione indiretta sino al termine delle Caviate, linea che abbiamo potenziato, mentre verrà installata l'illuminazione diretta da quel punto in avanti. L’intento è quello di lavorare in settimana per poi riaprire nel fine settimana garantendo la percorribilità massima della tratta».

Soddistatta anche Cristina Bartesaghi, sindaco di Abbadia Lariana: «Il tratto tra Pradello e Abbadia è molto importante. Ci stiamo impegnando a riqualificare Pradello e stiamo realizzando uno studio di fattibilità per realizzare la passerella che condurrà da metà paese alla ciclopedonale. Sarebbe bello se questo litorale diventasse un luogo di passaggio, con una valenza turistica che oggi non c’immaginiamo. Con il Comune di Mandello del Lario stiamo immaginando di portare il percorso pedonale fin da loro. Bisogna avere pazienza, ma se s’inizia...».

«Abbiamo seguito per due anni questa attività, il primo tratto si è concretizzato, ma deve essere uno stimolo per fare anche il secondo - commenta Dr. Fabio Valsecchi, Responsabile del Servizio Protezione civile trasporti e mobilità della Provincia di Lecco -. L'opera complessiva s’inserisce nel progetto che porterà alla realizzazione di una ciclopedonale da 300km chiamata "Brezza sull’Adda", in grado di unire sei province da Bormio al Po».

Potrebbe interessarti

  • Come allontanare le formiche da casa: rimedi naturali

  • Caldo in auto: come difendersi

  • Dormire bene e svegliarsi di buon umore: ecco alcuni consigli

  • Piscine interrate: costi e tempi di realizzazione

I più letti della settimana

  • Vendeva vestiti contraffatti provenienti dalla Cina: sequestrate casa e auto a una lecchese

  • Super biscia "a spasso" in centro città entra in una scuola guida

  • Notte fra sabato e domenica, fioccano gli incidenti nel Lecchese

  • Esagera con l'alcool: giovane finisce ricoverato in ospedale

  • Beccato a spacciare vicino a un locale notturno: giovane punito con il primo daspo urbano della provincia

  • Molesta i turisti sul treno e fa a cazzotti con gli agenti: arrestato giovane

Torna su
LeccoToday è in caricamento