Coronavirus, il punto. Prosegue il trend "positivo" nel Lecchese, «abbiamo sceso il primo gradino»

L'assessore Gallera ha aggiornato, come giornalmente avviene, sui dati dei contagiati da Covid-19 sul territorio Regionale: nella nostra provincia sono 1.076, 61 in più di martedì

Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia

Prosegue il trend iniziato dalla giornata di domenica per quanto riguarda l'aumento dei casi d'infezione da Covid-19 in Lombardia, seppur con una lieve risalita. Così com'era accaduto nel fine settimana, il canonico bollettino sulla situazione regionale ha fatto registrare un'altra giornata abbastanza positiva anche per quanto riguarda il nostro territorio.

Nella nostra provincia si contano 1.076 infezioni dall'inizio dell'epidemia, con un aumento di 61. Nei giorni precedenti, l'incremento era stato di 81, 62, 54, 142, 146, 64. I dati sono stati snocciolati dall'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la quotidiana diretta Facebook sulla pagina di LombardiaNotizieOnline per fare il punto sull'emergenza Coronavirus. Le istituzioni invitano ovviamente alla prudenza, ma la tendenza è piuttosto uniforme in tutto il territorio lombardo.

I casi per provincia con l'aggiornamento rispetto agli ultimi giorni

Bergamo: 7.072 (+344)
ieri: 6.728 (+257)
l'altro ieri: 6.471 (+255), 6.216 (+347)
e nei giorni precedenti: 5.869 (+715), 5.154 (+509),
4.645(+340), 4.305, 3.993, 3.760, 3.416, 2.864, 2.368, 2.136,
1.815, 1.472, 1.245, 997, 761, 623, 537

Brescia: 6.597 (+299)
ieri: 6.298 (+393)
l'altro ieri: 5.905 (+588)
e nei giorni precedenti: 5.317 (+289), 5.028 (+380)
4.648(+401), 4.247(+463), 3.784, 3.300, 2.918, 2.473, 2.122,
1.784, 1.598, 1.351, 790, 739, 501, 413, 182, 155

Como: 706 (+71)
ieri: 635 (54)
l'altro ieri: 581 (+69)
e nei giorni precedenti: 512 (+60), 452 (+72), 380(+42),
338(+52)286, 256, 220, 184, 154, 118, 98, 77, 46, 40, 27, 23,
11, 11

Cremona: 3.156 (+95)
ieri: 3.061 (+136)
l'altro ieri: 2.925 (+30)
e nei giorni precedenti: 2.895 (+162), 2.733 (+341), 2.392(+106)
2.286(+119), 2.167, 2.073, 1.881, 1.792, 1.565, 1.344, 1.302,
1.061, 957, 916, 665, 562, 452, 406

Lecco: 1.076 (+61)
ieri: 1.015 (+81)
l'altro ieri: 934 (+62)
e nei giorni precedenti: 872 (+54), 818 (+142), 676(+146),
530(+64), 466, 440386, 344, 287, 237, 199, 113, 89, 66, 53, 35,
11, 8

Lodi: 1.884 (+24)
ieri: 1.860 (43)
l'altro ieri: 1.817 (+45)
e nei giorni precedenti: 1.772 (+79), 1.693 (+96), 1.597(+69)
1.528(+83), 1.445, 1.418, 1.362, 1320, 1.276, 1.133, 1.123,
1.035, 963, 928, 853, 811, 739, 658

Monza e Brianza: 1.587 (+133)
ieri: 1.454 (+324)
l'altro ieri: 1.130 (+22)
e nei giorni precedenti: 1.108 (+24), 1.084 (+268)
816(+321), 495(+94), 401, 376, 346, 339, 224, 143, 130, 85, 65,
64, 59, 61, 20, 19

Milano: 6.074 (+373) di cui 2.438 a Milano citta' (+141)
ieri: 5.701 (+375) di cui 2.297 a Milano citta' (+121)
l'altro ieri: 5.326 (+230) di cui 2.176 a Milano citta' (+137)
e nei giorni precedenti: 5.096 (+424) di cui 2.039 a Milano
citta' (+210), 4.672 (+868) di cui 1.829 a Milano
citta' (+279), 3.804 (+526) di cui 1.550 a Milano citta' (+172),
3.278 (+634) di cui 1378 a Milano citta' (+287), 2.644, 2.326,
1.983, 1.750, 1.551, 1.307, 1.146, 925, 592, 506, 406, 361

Mantova: 1.176 (83)
ieri: 1.093 (+108)
l'altro ieri: 985 (+80)
e nei giorni precedenti: 905 (+63), 842 (+119), 723 (+87),
636(+122), 514, 465, 382, 327, 261, 187, 169, 137, 119, 102, 56,
46, 32, 26

Pavia: 1.578 (+79)
ieri: 1.499 (+55)
l'altro ieri: 1.444 (+138)
e nei giorni precedenti: 1.306 (+112), 1.194 (+89), 1.105(+94),
1.011(+33), 978, 884, 801, 722, 622, 482, 468, 403, 324, 296,
243, 221, 180, 151

Sondrio: 284 (+31)
ieri: 253 (+45)
l'altro ieri: 208 (+3)
e nei giorni precedenti: 205 (+26), 179 (+16), 163 (+8)
155(+80), 75, 74, 46, 45, 45, 23, 23, 13, 7, 7, 6, 6, 4, 4

Varese: 468 (+18)
ieri: 450 (+29)
l'altro ieri: 421 (+35)
e nei giorni precedenti: 386 (+27), 359 (+21), 338(+28), 310,
+45), 265, 232, 202, 184, 158, 125, 98, 75, 50, 44, 32, 27, 23,
17

e 688 in corso di verifica.

I dati in Lombardia

Ecco i dati dei contagi odierni e quelli dei giorni precedenti:

- i casi positivi sono: 32.346 (+1.643)
ieri: 30.703 (+1.942)
l'altro ieri: 28.761 (+1.555)
e nei giorni precedenti: 27.206 (+1.691), 25.515 (+3.251),
22.264(+2.380), 19.884, 17.713, 16.220, 14.649, 13.2729, 11.685,
9.820, 8.725, 7.280, 5.791, 5.469, 4.189, 3.420, 2.612

- i deceduti: 4.474 (+296)
ieri: 4.178 (+402)
l'altro ieri: 3.776 (+320)
e nei giorni precedenti: 3.456 (+361), 3.095 (+546), 2.549
(+381), 2.168, 1.959, 1.640, 1.420, 1.218, 966, 890, 744, 617,
468, 333, 267, 154

- i dimessi e in isolamento domiciliare: 16.610 di cui 7.281
con almeno un passaggio in ospedale (anche solo pronto soccorso)
e 9.323 persone per le quali non si rileva nessun passaggio in
ospedale

- in terapia intensiva: 1.236 (+42)
ieri: 1.194 (+11)
l'altro ieri: 1.183 (+41)
e nei giorni precedenti: 1.142 (+49), 1.093 (+43), 1.050(+44),
1.006, 924, 879, 823, 767, 732, 650, 605, 560, 466, 440, 399,
359

- i ricoverati non in terapia intensiva: 10.026 (+315)
ieri: 9.711 (+445)
l'altro ieri: 9.266 (-173)
e nei giorni precedenti: 9.439 (+1.181), 8.258 (+523),
7.735(+348), 7.387, 7.285, 6.953, 6.171, 5.550, 4.898, 4.435,
4.247, 3.852, 3319, 2.802, 2.217, 1.661

- i tamponi effettuati: 81.666
ieri: 76.695
l'altro ieri: 73.242
e nei giorni precedenti: 70.598, 66.730, 57.174, 52.244, 48.983,
46.449, 43.565, 40.369, 37.138, 32.700, 29.534, 25.629, 21.479,
20.135, 18.534, 15.778

Gallera: «Abbiamo sceso il primo gradino»

«Il quadro dei contagi è costante, abbiamo fatto uno scalino in giù e ci siamo attestati su una linea bassa». Lo ha detto l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, durante la consueta diretta Facebook sulla pagina di LombardiaNotizeOnline per fare il punto sull'emergenza coronavirus. «La voce della trincea - ha aggiunto - ci dice che la pressione sui Pronto soccorso si è ridotta. Dobbiamo intensificare i nostri sforzi e abbiamo un motivo in più per restare a casa. Aggrappandoci a questi risultati e continuiamo su questa strada».

Gallera ha poi ringraziato le Ong (Emergency, Fondazione Rava) che «stanno dando una mano importante nella bergamasca». A Brescia, invece, «altra area profondamente ferita», si continua a «lavorare con una grande sinergia fra pubblico e privato che ha consentito di non ricorrere a ospedali da campo. Grazie alla direzione strategica degli Spedali Civili sono stati recuperati 150 posti all'interno dell'ospedale. Grazie alla sinergia con il privato sono state coinvolte la Poliambulanza e le strutture del Gruppo San Donato collocate sul territorio, all''Istituto clinico città di Brescia", gli ospedali di Ome, realtà che ci hanno consentito di non usare strutture provvisorie e precarie. Una risposta importante del "sistema bresciano" di fare sinergia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da domani, inoltre, ed entro 4 giorni verranno aperti altri 123 posti letto (53 alla "Domus salutis", 30 alla Don Gnocchi e 40 alla Maugeri). Più del 20% del personale recuperato è stato inviato sul territorio bresciano. Su 700 totali, infatti, 150 sono andati in provincia di Brescia. Tra questi, 14 specializzandi in rianimazione e 50 infermieri agli Spedali Civili, 16 al Garda e 42 alla Franciacorta. Gallera ha quindi ringraziato «l'ambasciata e il consolato americano che ci hanno donato sette bilici di materiali sanitario».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Coronavirus, Borrelli sposta la fine della quarantena: «Credo che staremo a casa anche il primo maggio»

  • Sconti per famiglie in difficoltà e corsie preferenziali: le misure di Esselunga contro il Coronavirus

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: «Vi chiediamo di scaricarla tutti»

  • Coronavirus, Fontana: «Bisogna prepararsi se il Coronavirus dovesse tornare a ottobre»

Torna su
LeccoToday è in caricamento