"Tour dei Soggiorni", anche a Lecco la nuova forma d'arte del Dr Panico

Filippo De Lisa, 30 anni, ha creato un genere. Sabato si è esibito a Valmadrera e domenica a Malgrate con il suo originale show: cucina, poesia e musica a domicilio

Filippo Dr. Panico a casa di Raffaella sabato a Valmadrera

Il Tour dei Soggiorni di Filippo Dr. Panico è sbarcato anche a Lecco. Filippo De Lisa, 30 anni, originario di Potenza e romano d'adozione, è un artista emergente che ha creato una sorta di nuova forma di spettacolo, miscelando alcuni ingredienti in un mix coinvolgente: musica, poesia e buona cucina.

Il Dr. Panico infatti si esibisce direttamente nei salotti in abitazioni private, calando il pubblico in un'atmosfera intima nella quale recita propri componimenti e suona canzoni originali, dopo avere servito piatti vegetariani cucinati con proprie ricette.

Applausi al "De Andrè" per cantanti e musicisti della Project Rock School

Filippo ha portato per la prima volta la sua forma d'arte nel nostro territorio lo scorso weeekend, sabato sera a casa di Raffaella a Valmadrera e domenica all'"Acchiappasogni", casa vacanze della proprietaria Viola a Malgrate, rispettivamente tappe n° 152 e 153 del "Tour dei Soggiorni". «Ho sempre girato l'Italia per esibirmi in spettacoli, prima erano semplicemente concerti - spiega il Dr. Panico raccontando la nascita dell'idea - mentre ora sto andando più verso la parola scritta, poesie e racconti, e le case sono diventate un piccolo teatro in cui la gente sta seduta e vive sensazioni diverse, più intime».

«Mi definisco un performer»

Lo spettacolo è un'esperienza immersiva, che lo stesso artista non sa bene come definire. «Non ho mai pensato a una definizione precisa, di certo è qualcosa che in Italia fanno davvero in pochi, forse nessuno unendo la cucina, la musica e la poesia direttamente a domicilio - prosegue - È un progetto performativo, mi definisco uno scrittore di poesie che fa spettacoli nelle case. Una cosa è il pubblico che mi segue già, un'altra invece chi non ha conoscenze pregresse del mio progetto e vedo per la prima volta. Chi viene senza aspettativa è catapultato in una situazione che non si aspetta, perché non abituata, c'è un coinvolgimento sociale poiché cerco di interagire con il pubblico durante lo spettacolo, sempre seguendo l'improvvisazione».

Lo stesso autore si definisce anche "produttore di se stesso": «Sono nato con il punk hardcore e con la filosofia "do it yourself": ho autoprodotto pacchetti contenenti libri, dischi e gadget vari disponibili durante gli show». Le date per Filippo sono numerose, da una parte all'altra dell'Italia. È possibile seguire i suoi spostamenti e contattarlo tramite i suoi canali social. «Grazie all'alta velocità riesco a spostarmi con una certa celerità in tutta Italia. Vent'anni fa sarebbe stato più difficile, la prima volta che presi il treno fra Potenza e Milano impiegò dieci ore. Questo progetto è figlio dei miei tempi, per fortuna». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esselunga fa felici due lecchesi: due Mini in regalo, i numeri vincenti

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Individuato l'uomo che punta i pedoni con l'auto come in un "folle gioco"

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

Torna su
LeccoToday è in caricamento