Ristoratori egiziani devolvono incasso all'ospedale di Lecco: «La vostra sanità funziona e ci ha aiutati»

L'iniziativa è proposta da una trattoria e da una pizzeria di Mandello con il patrocinio del Comune

Il pizzaiolo Angelo Kellini al lavoro nel suo locale di Mandello.

Oltre vent'anni fa lasciarono la loro terra natia e gli affetti in cerca di un futuro migliore: il lavoro per dare garanzie alla famiglia, la scuola per fornire un'adeguata istruzione ai figli. Oggi, a distanza di tempo, si ritrovano con uno spazio nella società nella quale si sono ben integrati e un'occupazione nel settore della ristorazione. Per ricambiare idealmente le soddisfazioni ottenute a Mandello, hanno ideato una giornata a scopo benefico denominata “Cibo, Bar e ...sorrisi”. 

Artefici dell'iniziativa in programma mercoledi 13 novembre, i fratelli Kellini: Malak, Ezet, Emelo, italianizzati nei rispettivi nomi Angelo, Zizu, Emilio, soci titolari del Ristorante Oro Nero e della attigua Pizzeria Lario di piazza San Zeno, di fronte all'omonima chiesa. L'incasso della giornata lavorativa dei due pubblici esercizi sarà interamente devoluta a favore del Reparto di Pediatria dell'ospedale Manzoni di Lecco. Il perché ci viene spiegato da Emilio, ed è condiviso dai fratelli: «La vostra sanità è una cosa bella, funziona bene e nel passato è stata importante per aiutare mio figlio. Ci è quindi sembrato giusto ringraziare il territorio e l'ospedale di Lecco con questa sorta donazione».

Celebrazioni a Mandello con oltre 300 Copti

Parole pronunciate da persone che vengono dal lontano Egitto, da Fayyuom, un centro ad una novantina di chilometri dalla capitale Il Cairo. Con discrezione, com'è nel loro modo di fare e agire, ci spiegano così il loro gesto di ringraziamento. L'iniziativa benefica ha ottenuto il patrocinio del Comune di Mandello. (Si ringrazia Alberto Bottani per la collaborazione)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

Torna su
LeccoToday è in caricamento