Capodanno: controlli sui "botti" irregolari, il vademecum della Questura

Gli agenti non hanno, per ora, riscontrato situazioni a rischio. Allerta per il giorno clou, la Notte di San Silvestro

Un esemplare di petardo irregolare

Dai controlli interforze effettuati in tutta la Provincia, (su disposizione del Ministero dell’Interno) allo scopo di prevenire la vendita di artifici pirotecnici “irregolari”, nelle ultime due settimane non si sono riscontrate situazioni  a rischio.
In particolare, tutta la materia sulla detenzione e uso di manufatti esplodenti è regolata dal D.Lgs. 123\2015, dal TULPS e da norme e circolari specifiche che sostanzialmente classificano gli artifici pirotecnici “regolari” in quattro categorie:
•    F1: possono essere acquistati anche dai minorenni di 18 anni ma maggiori di anni 14;
•    F2: possono essere acquistati solo dai maggiorenni;
•    F3 e F4: possono essere utilizzati e venduti solo a chi è munito di specifica licenza prefettizia (Fochino).

Capodanno e prodotti pirotecnici: l’ordinanza comunale vieta alcune tipologie di "botti"

I consigli della Questura

Tutti i suddetti manufatti per  essere regolarmente posti in vendita ed utilizzati devono riportare la marcatura CE.
Inoltre, per quanto riguarda Lecco è stata rilasciata dalla Questura specifica licenza (ex art.57 TULPS) ad uno specialista per lo spettacolo pirotecnico della mezzanotte del 31 sul lungolago, mentre il Sindaco ha emanato una dettagliata ordinanza che disciplina completamente l’uso e le cautele da osservare per il corretto utilizzo degli artifici pirotecnici:
•    Non utilizzare gli articoli pirotecnici in luoghi ove si svolgano manifestazioni con affollamento di persone;
•    Non utilizzare prodotti con aperture aree(razzi, candele romane, batterie o combinazione di tubi di lancio)ad una distanza dall’ abitazioni inferiore a metri 50;
•    Utilizzare gli articoli pirotecnici ad una distanza non inferiore a metri 200 da ospedali, cliniche, case di cura e riposo;
•    Utilizzare gli articoli pirotecnici ad una distanza non inferiore a metri 200 da ricoveri ed allevamento di animali;
•    Utilizzare gli articoli pirotecnici ad una distanza non inferiore a metri 200 da aree boschive e/o a rischio incendio;
•    Non utilizzare prodotti pirotecnici da terrazze e balconi.

Per maggiori informazioni e consigli sull’uso dei fuochi d’artificio consultare il sito della Polizia di Stato alla voce consigli.

Nel Calolziese è già allarme botti e petardi

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Delusione Celentano: l'atteso "Adrian" non convince e sui social scatta lo sfottò

  • Cronaca

    Preghiera al campo e folla in chiesa, il commosso addio di Olginate al presidentissimo Gianpaolo Redaelli

  • Cronaca

    Doppio incidente lungo la Provinciale 72 a Garlate e Airuno, code e disagi

  • Cronaca

    Finta Onlus fa sparire 100mila euro: nei guai associazione di truffatori

I più letti della settimana

  • Il giovane lecchese Filippo Valsecchi campione del mondo di pasticceria

  • Giovane scompare da casa: dopo l'appello, Cristian è stato ritrovato

  • La Luna Rossa su Lecco: lo scatto dal San Martino di Luca Pozzoni è spettacolare

  • Colpo di sonno alla guida, l'auto si ribalta: finiscono in due in ospedale

  • Urinano sui mezzi dei Vigili del fuoco. Uno di loro aggredisce i poliziotti intervenuti sul posto

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale anche nel Lecchese: come candidarsi

Torna su
LeccoToday è in caricamento