Raccolta rifiuti in centro Lecco: prosegue la sperimentazione

La novità, introdotta a fine marzo all'interno della zona "1", proseguirà nella sua fase di sperimentazione

Foto di repertorio

Prosegue fino alla fine dell'estate la sperimentazione relativa alla raccolta dei rifiuti nella zona 1 (centro e lungolago) partita lo scorso marzo.

La sperimentazione continuerà a riguardare sia le utenze domestiche, sia le non domestiche e a coinvolgere tutte le frazioni di raccolta. I cittadini continueranno a dover esporre i rifiuti il giorno stesso della raccolta entro le 9, mentre i pubblici esercizi e i negozi continuano a doverli esporre  alla chiusura notturna, ma non prima della mezzanotte, o immediatamente alla propria apertura mattutina fino alle 10.30.

«Prima di cambiare la raccolta dei rifiuti si raccolgano i pareri degli addetti»

Il commento di Comune e Confcommercio

«Le modalità di raccolta in centro e sul lungolago introdotte con la sperimentazione di marzo, hanno dato buoni frutti - sottolinea l'assessore all'ambiente del Comune di Lecco Alessio Dossi. Abbiamo registrato soddisfazione da chi vive il centro città, cittadini ed esercenti, pertanto riteniamo che questa sia un'occasione per valorizzarne ulteriormente la bellezza, soprattutto la sera, anche in vista della stagione turistica che è alle porte .Da questo punto di vista sono certo della collaborazione di tutti i commercianti, per i quali è fondamentale cercare di esporre i rifiuti subito all'apertura, per agevolare il lavoro di raccolta e garantire il massimo decoro in città».

Sindacati contro il cambio della raccolta rifiuti in centro: «Poco sicura»

«La sperimentazione - commenta il direttore di Confcommercio Lecco Alberto Riva - ha riscontrato il favore dei commercianti, che hanno accettato le novità relative all'esposizione dei sacchi e dei bidoni e hanno adempiuto di buon grado alle nuove incombenze. Siamo contenti che questa modalità di raccolta rifiuti nella zona 1 della città venga estesa fino al termine dell'estate. Come avevamo auspicato già in occasione del lancio della sperimentazione, siamo convinti che questa operazione vada a migliorare il decoro del centro e del lungolago che ci aspettiamo pieni di turisti e clienti nelle sere estive».

Le domande più frequenti

  • Sono un cittadino e vado a lavorare la mattina alle 5.30. Posso esporre i miei rifiuti a quell’ora? SÌ, i rifiuti possono essere esposti dalla mezzanotte fino alle 9.
  • Sono un cittadino che rientra a casa alle 20. Posso esporre i miei rifiuti a quell'ora? NO, i rifiuti possono essere esposti solo il giorno della raccolta, da mezzanotte fino alle 9.
  • Ho un negozio e chiudo alle 19. Posso esporre i miei rifiuti come facevo prima? NO, i rifiuti devono essere esposti il giorno della raccolta, dalla mezzanotte, o all’apertura del proprio negozio.
  • Ho un negozio che apre alle 10.30. Posso esporre i rifiuti a quell’ora? SÌ, ma non oltre le 10.30, perché questo è l’orario massimo di esposizione, valido per i soli negozi che aprono a quell'ora.
  • Ho un bar e chiudo alla 1. Devo aspettare la mattina successiva per esporre i rifiuti? NO, i bar e tutti i pubblici esercizi, come anche tutti i cittadini, possono esporre i rifiuti a partire da mezzanotte.
  • Quindi cosa cambia per un cittadino e perché? La finalità è quella di rendere il centro cittadino più decoroso più a lungo, mantenendo sgombra da rifiuti la zona 1, che è quella maggiormente frequentata da cittadini e turisti nelle ore serali. Cambiano dunque solo gli orari di esposizione: non si possono più esporre i rifiuti la sera prima, dalle 19 a mezzanotte, ma c'è un periodo più lungo per esporli la mattina del giorno di raccolta, che va da mezzanotte fino alle 9.

Potrebbe interessarti

  • Come pulire i vetri del box doccia

  • Come pulire il lavello in acciaio: rimedi naturali

  • Iniziare la mattina con acqua e limone sì o no?

  • Regolamento condominiale e animali domestici

I più letti della settimana

  • Maltempo, quasi mille evacuati in provincia. Chiesto lo stato di emergenza

  • Troppi batteri nell'acqua del lago e motivi di sicurezza: vietato fare il bagno in tre spiagge del Lecchese

  • Maltempo sul Lecchese: prolungata l'allerta meteo per vento e temporali

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: ecco il primo negozio dedicato alla vagina

  • Schianto a Valmadrera, auto si ribalta all'incrocio

  • Chicchi di grandine come noci piovono su valle San Martino e Brianza

Torna su
LeccoToday è in caricamento