Palazzo Ghislanzoni, Valsecchi ci riprova: «Open day per mostrare le potenzialità di questo immobile»

La storica struttura di via Roma, 51 è da tempo al centro di un tentativo di vendita operato dal Comune di Lecco: la base d'asta, dagli iniziali quasi quattro milioni, è scesa a poco più di due

La parte interna di Palazzo Ghislanzoni (Foto Bonacina/LeccoToday)

Palazzo Ghislanzoni, più volgarmente chiamato "Via Roma cinquantuno", è uno degli edifici storici della città di Lecco che il Comune sta tentando di alienare. Sicuramente, quello la cui vendita sta creando maggiori problemi all'assessore al patrimonio Corrado Valsecchi, che sin dal suo insediamento nella Giunta Brivio ha tentato di passare da quello stabile per reperire i fondi da destinare alla realizzazione di altre opere di cui la città ha bisogno. Dai 3,9 milioni di euro iniziali si è passati agli attuali 2,2 milioni che rappresentano la base d'asta, «limite sotto il quale è impossibile scendere».

Via Roma 51: nuova asta pubblica per la vendita di Palazzo Ghislanzoni 

Caccia al compratore per Palazzo Ghislanzoni

Le vendita si compone del modulo che si affaccia su via Roma e di quello costruito nel cortile interno, che attualmente funge da deposito di cartelli stradali e transenne, oltre che da magazzino dell'Ufficio di Edilizia Privata. «Bisogna incoraggiare l’interesse di potenziali compratori per l’acquisto di questo immobile - spiega l'assessore Valsecchi -, poichè abbiamo la necessità di reperire fondi per sistemare Palazzo Cereghini (Palazzo del Tribunale, ndr) e realizzare altre opere. Sarà l’ultimo tentativo della Giunta Brivio di vendere questo immobile, poi la prossima amministrazione si attiverà per salvaguardarlo, reperendo fondi pubblici per la ristrutturazione in una fase in cui vogliamo sistemare Villa Manzoni, Ostello, Villa Ponchielli... Probabilmente servono due milioni per sistemare l’intera struttura, ma non stiamo parlando di una cattedrale nel deserto».

Asta deserta per Palazzo Ghislanzoni, Fornoni (Pd): "Via Roma 51 un'opportunità, non un problema" 

L'asta immobiliare non ha mai dato l'esito sperato: «In molti si sono interessati, ma non abbiamo mai ricevuto manifestazione d’interesse formale. Dopo l’ultimo tentativo fatto con l’Ufficio del Patrimonio, per cui devo ringraziare Diana Falasconi, abbiamo raccolto altre informazioni, ma non c’è stata la possibilità nè di venderlo nè di affidarlo a un Fondo Statale. Siamo partiti da una cifra di 3,9mln per poi scendere a "botte" del 20%. Abbiamo deciso di andare all’Agenzia del Demanio per riperiziare il bene: ha un valore ponderale di 2,2mln, solo 5-10 anni fa l’avremmo venduto a 4-5 milioni di euro».

In ottica di sensibilizzazione, Valsecchi è arrivato al punto di organizzare una sorta di "open day" per i potenziali acquirenti: «Martedi 18 giugno, dalle 9 alle 12, vogliamo aprire le porte di questo immobile a chi vuol vedere il bene in prima persona e valutarne l’acquisto: sarà certamente presente l’architetto Luca Gilardoni, direttore dell’Ufficio del Patrimonio, per ogni delucidazione del caso. Il bene è vincolato, bisogna averne rispetto e va restaurato in maniera conservativa in alcune sue parti».

Asta deserta per Palazzo Ghislanzoni, l'ex Municipio rimane al Comune 

Palazzo Ghislanzoni a Lecco: caratteristiche e storia

«Trattasi di un fabbricato ubicato nel centro storico monumentale di Lecco in via Roma n. 51 - si legge sulla brochure scritta dal Comune -, nella zona centrale della città, in un’area pedonalizzata e in zona a traffico limitato, con un’alta presenza di persone in transito ma priva di elementi di disturbo. L’immobile è posto nelle vicinanze di residenze di pregio, molti negozi e uffici nonché di alcune banche e importanti attività commerciali; inoltre vi si trova nelle vicinanze un'area parcheggio a pagamento. La zona in cui è ubicato l'immobile è servita dalle principali infrastrutture e dalle reti dei principali sottoservizi. Si segnala inoltre la vicinanza dell’immobile al lago di Lecco (distanza in linea d’aria circa 200 m)».

L’immobile è posto su un lotto di complessivi mq 920,45 circa di cui coperti con edifici mq 577,79 circa. L’immobile si sviluppa in due corpi di fabbrica, uno prospiciente via Roma, l’altro nel cortile interno.

Si tratta di un immobile di interesse storico-artistico risalente alla fine dell’Ottocento, costituito da due corpi di fabbrica indipendenti e comunicanti attraverso un cortile interno. Il corpo sulla via Roma è di particolare valore architettonico per la dignitosa e corretta sintassi di derivazione tardo-neoclassica. Di particolare pregio risultano inoltre la ringhiera della scala interna e l'inferriata sulle finestre del prospetto principale che si affaccia sulla citata via Roma. L’immobile presenta una struttura portante in muratura. Sulla base della ricerca storico-archivistica effettuata presso l’Archivio del Comune di Lecco si è potuto risalire ad una datazione più precisa dell’immobile: come evidenziato nel testamento del 1891 agli atti, il fabbricato risulta costruito anteriormente al 1891, presumibilmente nella seconda metà dell’Ottocento. Il fabbricato inoltre risulta presente nei catasti storici di fine Ottocento.

Via Roma 51 Palazzo Ghislanzoni Planimetria-2

Potrebbe interessarti

  • Come pulire i vetri del box doccia

  • Come pulire il lavello in acciaio: rimedi naturali

  • Aree verdi nel Lecchese: 5 mete ideali per stare a contatto con la natura

  • Le proprietà della ciliegia e tutti i suoi benefici

I più letti della settimana

  • Maltempo, quasi mille evacuati in provincia. Chiesto lo stato di emergenza

  • Troppi batteri nell'acqua del lago e motivi di sicurezza: vietato fare il bagno in tre spiagge del Lecchese

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: ecco il primo negozio dedicato alla vagina

  • Chicchi di grandine come noci piovono su valle San Martino e Brianza

  • Dervio. Accusa malore mentre è in auto: grave uomo anziano

  • Macigni sulla carreggiata e crolli: chiusa la strada per Morterone

Torna su
LeccoToday è in caricamento