Parabeni nei cosmetici, cosa sono e perché evitarli

I parabeni sono composti chimici molto utilizzati nei cosmetici, nei prodotti di bellezza e in campo alimentare. La comunità scientifica si è occupata a lungo di queste sostanze, ecco perché

I parabeni sono composti chimici molto usati nei cosmetici e nei prodotti di bellezza e per l'igiene personale, ma non solo. Essi, infatti, sono utilizzati anche in campo alimentare e nell'industria farmaceutica. Diverse aziende produttrici di prodotti privi di parabeni infatti, hanno iniziato a pubblicizzare sulle confezioni dei prodotti la scritta “paraben free ” o “senza parabeni”.

I parabeni sono antisettici, e servono a preservare i cosmetici dalle contaminazioni di funghi e batteri. Ma molti di loro sono inseriti sulla “lista nera” delle sostanze pericolose, e vengono considerate delle sostanze conservanti potenzialmente cancerogene.

Cosa sono i parabeni e dove si trovano?

Presenti in quasi tutti i prodotti beauty, dalle creme ai cosmetici, dagli shampoo ai deodoranti, la funzione dei parabeni è sostanzialmente quella di impedire la formazione di funghi, batteri e microrganismi e quindi quella di mantenerne la composizione del prodotto inalterata nel tempo.

Costituiti da composti chimici, i parabeni si trovano principalmente nei prodotti di cosmetica, e sono presenti in diverse creme dell’industria tradizionale. Inoltre il loro utilizzo è diffuso nei prodotti per bambini, e nelle creme solari.

Perché evitarli?

Diversi studi hanno evidenziato, come queste sostanze non vengano smaltite dal nostro organismo, ma si accumulino nel tempo. 

Secondo l’elenco Inci (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) i parabeni maggiormente dannosi per la salute sono i seguenti: Methylparaben; Ethylparaben; Propylparaben; Isobutylparaben; Butylparaben; Benzylparaben; Isobutylparaben; Isopropylparaben. Alcuni studi hanno messo in evidenza la relazione tra alcuni di questi conservanti e lo sviluppo del tumore al seno, oltre a ipotizzare la possibilità che i parabeni siano responsabili anche dell’aumento dell’infertilità e della disfunzione erettile. Il motivo? Si tratta di sostanze che interferiscono con il sistema ormonale, in particolare con l’attività degli estrogeni. Non solo, anche alcune forme di dermatite da contatto, nei soggetti sensibili, sono imputabili a questi interferenti endocrini.

Prodotti senza parabeni non sempre naturali

Per riconoscere e acquistare un prodotto senza parabeni basta leggere l'etichetta. In teoria, tutti quelli che - come prescritto dalle direttive europee -  contengono l'indicazione paraben free, non dovrebbero contenere queste sostanze. Dunque, prima di acquistare creme, cosmetici, deodoranti, shampoo, balsamo, tinture per capelli e altri prodotti che potenzialmente possono contenere queste sostanze, occorre fare molta attenzione agli ingredienti che devono essere obbligatoriamente indicati per legge.

Non sempre però, i prodotti pubblicizzati con etichette “biologici” o "pareben free", sono realmente tali, per cui è sempre opportuno leggere attentamente l'etichetta nella quale per norma deve essere riporto;

1. il nome del produttore ed il paese di origine;

2. la funzione e la quantità di prodotto;

3. le precauzioni per l’uso;

4. elenco degli ingredienti in ordine decrescente di peso con le relative percentuali, quali sono gli eccipienti utilizzati, i solventi ed i conservanti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Valmadrera: i Legnanesi danno spettacolo in via Casnedi. Presenti cinquecento persone

  • Triplo intervento dell'elisoccorso a Moggio, Mandello del Lario e sulla Grigna Settentrionale

  • Lecco, niente più mascherina all'aperto se si rispetta la distanza di sicurezza

  • Santo Stefano: rissa in via Trento, intervengono carabinieri e soccorritori

  • Estate in Lombardia con Discovery Train, c'è un biglietto speciale per andare alla scoperta del territorio lecchese

  • Grave incidente in moto, giovane centauro elisoccorso d'urgenza

Torna su
LeccoToday è in caricamento