Come prendersi cura della Stella di Natale

Come e quando potarla? Quanta acqua dare? Ecco alcuni consigli per far vivere più a lungo questa pianta natalizia

Simbolo per eccellenza delle feste, la Stella di Natale è una delle piante più regalate, che meglio di tutte riesce a creare la giusta atmosfera. 

Si possono scegliere le Stelle di Natale con le foglie rosse, rosa o bianche, ma in tutti i casi hanno bisogno di piccole attenzioni per poter restare belle a lungo. Mantenerla fiorita infatti, non è così difficile. 

Con pochissimi consigli potreste avere tutto l’anno la vostra stella di Natale in casa, come pianta bellissima e ornamentale.

Ecco 5 cose da sapere.

Perché si regala proprio a Natale?

I colori della Stella di Natale sono sicuramente tra i più adatti a questo periodo. Ma il vero motivo è legato ad un'antica leggenda.

La Stella di Natale infatti, era coltivata già da Indios e Aztechi, che la consideravano come un fiore simbolo di purezza, il cui colore rosso intenso riportava alle gocce di sangue di una dea morta per amore.

Esiste anche una leggenda messicana più famosa: si dice che molti secoli fa, durante la notte di Natale, in chiesa, una bambina molto povera desiderava mostrare a Gesù il proprio amore, ma non aveva i mezzi per farlo. Una voce però le suggerì di uscire e di raccogliere un fascio di sterpi che, depositate sull’altere, si trasformarono in meravigliose stelline rosse. L’amore che si nasconde dietro questa leggenda continua oggi ad avvolgere il fiore. 

Come curarla

Per curare la Stella di Natale, è necessario bagnare il terreno solo quando è completamente asciutto. Viste le sue origini tropicali infatti, questa pianta è abituata alla siccità. Al contrario invece, il terreno umido non le permette di sopravvivere, evitare quindi i ristagni idrici

Come per altre piante, la stella di Natale ama la luce. Per questo motivo è bene posizionarla in un punto luminoso della casa. La luce diretta però, è consigliata solo un paio di ore al giorno, quando le temperature sono più fresche. Quindi il luogo ideale in cui posizionare il vaso, sarà capace di fare la differenza e di non farla morire. 

Anche la potatura è un aspetto molto importante per non farla morire. Il periodo più indicato è tra febbraio e marzo, e solo tra giugno e luglio troverete la vostra piantina rigogliosa e ricca di foglie. 

Per quanto riguarda il rinvaso invece, ricordiamo che è un modo molto efficace per dare modo alle radici della pianta di crescere e di ossigenare il fusto, oltre a rendere lo sviluppo della Stella di Natale sano e senza rischi. 

Per non far morire la vostra stella di Natale, è bene conoscerla a fondo e non farsi trovare impreparati. Lo studio della sua stagionalità infatti, vi renderà capaci di far fronte ad eventuali problemi. Durante la stagione invernale, la pianta andrà concimata una volta alla settimana, mentre in primavera, si dovrà pensare al rinvaso. 

In estate invece abbiate cura di posizionarla fuori casa quando arriveranno temperature miti e superiori a 18°. In autunno, riportate in casa i vasi soltanto di notte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come far asciugare il bucato in inverno: consigli utili

  • Come rendere impermeabile il terrazzo di casa

  • Eliminare il calcare dal bagno: consigli utili

  • Come trasformare un balcone, un giardino o un terrazzo in una veranda

  • Come arredare la mansarda: consigli e idee

Torna su
LeccoToday è in caricamento