«Nel mio comune zone rosse ovunque. Per motivi di sicurezza io di profughi non ne voglio da tempo»

Il sindaco di Pescate De Capitani difende la scelta del collega Ghezzi contro l'apertura di centri d'accoglienza vicini alle scuole, andando oltre le scelte prese a Calolzio. Intanto la notizia del discusso regolamento fa il giro d'Italia e approda pure sul "The Guardian"

Il sindaco di Pescate Dante De Capitani.

Ha fatto il giro d'Italia e continua a far discutere il regolamento approvato dal Comune di Calolzio per vietare l'apertura di centri di accoglienza per migranti vicini alle scuole. Tante e dure le critiche alla maggioranza guidata dal sindaco leghista Marco Ghezzi, soprattutto da parte del centrosinistra e dal mondo delle associazioni, ma a livello locale molti cittadini sono dalla parte dell'Amministrazione. E tra chi solidarizza con la Giunta Ghezzi c'è anche il sindaco "sceriffo" della vicina Pescate. Dante De Capitani si dice fiero di aver reso l'intero suo paese una "zona rossa".

"Zone rosse" per dire un no preventivo a centri di accoglienza migranti vicino alle scuole

«Volevo manifestare la mia solidarieta al sindaco di Calolziocorte Ghezzi, da giorni al centro di polemiche pretestuose solo per aver tutelato il suo paese e la sicurezza dei suoi cittadini - attacca il sindaco di Pescate - Dopo aver messo i migranti al Ferrhotel, vicino alle scuole e alla stazione, con tutti i problemi che si sono verificati a Lecco, c'è ancora chi si stupisce che il sindaco di Calolzio non voglia questa gente in zona scuole o stazione? Ma per fortuna che c'e questo sindaco che cerca di prevenire disagi e situazioni di degrado sul territorio mettendo delle regole. Se contestano lui - incalza Dante De Capitani - che ha messo un paio di zone rosse all'accoglienza dei migranti nel suo paese, cosa dovrebbero fare a me che di fatto ho messo le zone rosse su tutto il mio territorio non volendone mai neanche uno?».

I riflettori dei media nazionali su Calolzio per la notizia delle "zone rosse e blu"

Per quanto riguarda la ribalta mediatica della notizia, la vicenda calolziese è stata ripresa ieiri da Rai, Mediaset e La7 (nella foto l'intervista al sindaco Ghezzi da parte del Tg di Enrico Mentana) e poche ore fa anche dal giornale inglese "The Guardian" che titola: "Vergognoso: cittadina italiana mette al bando centri di accoglienza vicino alle scuole".

Potrebbe interessarti

  • Come pulire il lavello in acciaio: rimedi naturali

  • Aree verdi nel Lecchese: 5 mete ideali per stare a contatto con la natura

  • Le proprietà della ciliegia e tutti i suoi benefici

  • Mirtillo nero: proprietà e benefici

I più letti della settimana

  • Troppi batteri nell'acqua del lago e motivi di sicurezza: vietato fare il bagno in tre spiagge del Lecchese

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: ecco il primo negozio dedicato alla vagina

  • Giù la serranda per l'ultima volta: Lecco perde anche Teorema Giocattoli

  • Strappa la collana a una donna, tre passanti lo inseguono e recuperano il bottino

  • Dervio. Accusa malore mentre è in auto: grave uomo anziano

  • Malore alla guida, perde il controllo ed esce fuori strada: elisoccorso in Valassina

Torna su
LeccoToday è in caricamento