Ferrovie in tilt per l'Air Show, Trenord: «Impossibile potenziare il servizio più di così»

L'azienda respinge le accuse per i disagi: «Istituiti quattro treni speciali, la linea non avrebbe retto ulteriori corse. Lo avevamo ribadito sin dal luglio scorso, le illazioni delle istituzioni locali sono frutto di incompetenze»

Treni fermi in stazione domenica mattina (Foto Alex Igor Airoldi)

Il lato oscuro della mattinata di festa per l'Air Show, con l'esibizione delle Frecce Tricolori, è stato rappresentato dai gravi disagi vissuti da chi aveva intenzione di raggiungere Varenna con l'ausilio del treno. L'afflusso abnorme di persone ha paralizzato la stazione di Lecco, bloccando a lungo i convogli speciali istituiti da Trenord. Risultato? In tanti non sono riusciti ad arrivare in tempo per lo show acrobatico, e la linea ferroviaria Tirano-Milano è andata in tilt, accumulando ritardi fino a un'ora che hanno caratterizzato la circolazione ferroviaria anche nelle prime ore del pomeriggio.

I social network sono stati letteralmente invasi da proteste degli utenti, e da commenti critici di rappresentanti delle istituzioni, del mondo politico, della stampa locale. Una reazione che ha indotto Trenord a prendere posizione sulla vicenda, diffondendo un comunicato ufficiale.

Il comunicato di Trenord

" Trenord precisa di aver potenziato, in occasione dell'Air Show a Varenna e di "Morbegno in cantina", il servizio al massimo del consentito dall'infrastruttura ferroviaria che su quella tratta si estende per 90km a binario unico e ha dei vincoli ben precisi per la circolazione dei treni, ogni altra aggiunta di treni o composizioni non sarebbe stata possibile. Sono state istituite due corse, una andata e una ritorno, e altre due straordinarie al massimo della composizione consentita nella giornata di oggi. Inoltre si precisa che, visto i vincoli infrastrutturali, non possono essere utilizzati treni a doppio piano perché non possono passare nelle gallerie tra Lecco e Colico e treni troppo lunghi per l'impossibilità di incrociare con gli altri treni nella tratta a binario unico. Trenord inoltre non è responsabile degli annunci di stazione che sono a capo del gestore dell'infrastruttura. I disagi che si sono verificati sono dovuti al forte afflusso di persone per la manifestazione di oggi in contemporanea a "Morbegno in cantina" che hanno portato anche alla chiusura delle strade di collegamento impedendo a migliaia di automobilisti di raggiungere la destinazione per assistere allo show.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come ribadito più volte, fin dal mese di luglio a tutti i tavoli di lavoro presso le più alte istituzioni del territorio, non era tecnicamente possibile potenziare ulteriormente il servizio. Tutte le illazioni nei confronti di Trenord e dei suoi dipendenti, comprese quelle di rappresentanti delle istituzioni locali, sono il frutto di declarate incompetenze. La manifestazione è stata organizzata a prescindere dalle capacità ricettive del territorio. "

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Lecco usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estate in arrivo, come allontanare le formiche da casa utilizzando rimedi naturali

  • Incidente di via Papa Giovanni: morta la 19enne sbalzata da un'automobile

  • Aggressione in Piazza XX Settembre: volano le sedie, un ferito

  • Giovane investita in via Papa Giovanni: il colpevole fugge ma viene rintracciato, la 19enne finisce in ospedale

  • Transumanza da record a Lecco: atteso sabato il passaggio di 3.200 pecore

  • Nubifragio nel Lecchese: allagata la strada provinciale a Garlate

Torna su
LeccoToday è in caricamento