Partita da Bosisio, a New York è astrofisica: per Sara 150mila dollari di borse di studio in sei anni

La giovane scienziata ha lasciato l'Italia nel 2009 con la famiglia, ma il suo sogno è poter tornare a lavorare nel nostro Paese

Sara Camnasio (foto da Fb)

Sogna di poter tornare a lavorare in Italia Sara Camnasio, astrofisica 22enne che nel 2009 ha lasciato Bosisio Parini con la famiglia, alla volta di New York e che in 6 anni di permanenza nella Grande Mela ha ricevuto oltre 150mila dollari in borse di studio grazie a un sistema universitario, quello statunitense, che premia fortemente il merito e i progetti degli studenti.

Sei anni fa la decisione della famiglia, per dare "più possibilità" alle due figlie: una svolta inizialmente difficoltosa, racconta il Fatto Quotidiano, con la barriera linguistica a costituire un grosso ostacolo per l'allora studentessa che aveva appena lasciato il liceo classico.

Con l'università, però, le cose per Sara sono cambiate: pur avendo dovuto rinunciare a frequentare istituti di grande prestigio dove era stata accettata, a causa delle rette troppo alte, la giovane riesce a iscriversi al Cuny Hunter College di New York, dove sceglie di studiare astrofisica, e dove si aggiudica le borse di studio e riceve fra i 100 e i 120mila dollari per rette da pagare, appartamento e viaggi formativi. Nei 6 anni passati dal suo arrivo negli Stati Uniti, calcola Sara, i fondi ricevuti in borse di studio ammonterebbero a oltre 150mila dollari. Il sistema di premiazione del merito, inoltre, ha consentito alla giovane lecchese anche di trovare fondi per portare avanti i suoi progetti, fra cui c'è un ambizioso obiettivo: riuscire a coniugare la danza, sua seconda passione, come mezzo per divulgare la scienza in modo alternativo. 

Oggi la 22enne è al lavoro, con alcuni colleghi italiani, a un progetto che sogna di portare nel nostro Paese, e coltiva il desiderio di tornare a vivere in terra italica, o almeno in Europa. Nel frattempo ha partecipato a un convegno di artisti e scienziati al Cern di Ginevra, e con il coreografo vincitore del concorso "Collide@Cern" sta collaboranto alla creazione di una residenza artistica in Cile, nei pressi dell'osservatorio di Las Campanas, dove è stata grazie a dei finanziamenti che le sono stati concessi da National Geographic grazie al bando riservato ai cosiddetti "Young explorers".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Leggi l'articolo completo sul Fatto Quotidiano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrido di Bellano, si riapre: sabato 11 torna visitabile il percorso originale

  • Valmadrera: i Legnanesi danno spettacolo in via Casnedi. Presenti cinquecento persone

  • Triplo intervento dell'elisoccorso a Moggio, Mandello del Lario e sulla Grigna Settentrionale

  • Lecco, niente più mascherina all'aperto se si rispetta la distanza di sicurezza

  • Santo Stefano: rissa in via Trento, intervengono carabinieri e soccorritori

  • Estate in Lombardia con Discovery Train, c'è un biglietto speciale per andare alla scoperta del territorio lecchese

Torna su
LeccoToday è in caricamento