Intossicate dal monossido di carbonio: cinque persone in ospedale

Tragedia sfiorata all'alba a Dolzago in Via Fratelli Gilardi: tra i coinvolti anche due bambini di 7 e 10 anni. Sul posto Vigili del fuoco e Carabinieri

Rischiano la vita a causa del "killer silenzioso". Cinque persone, fra le quali due minori, sono rimaste intossicate questa mattina a Dolzago, in un appartamento di Via Fratelli Gilardi.

L'allarme è scattato intorno alle 6, non è ancora chiaro se a lanciarlo siano stati gli occupanti dell'abitazione, accortisi in tempo dei sintomi. All'arrivo dei sanitari e dei medici di Areu, infatti, tutti manifestvano i classici sintomi da intossicazione da monossido di carbonio, con cefalea, nausea e vomito.

Pescate, famiglia intossicata da monossido

Le persone sono state tutte valutate in codice giallo: una donna di 38 anni, un bambino di 7 e una bambina di 10 sono stati trasferiti al Manzoni di Lecco, un 45enne e una donna di 47 all'ospedale di Erba.

Sul posto è intervenuta una squadra dei Vigili del fuoco del comando di Lecco per valutare i rischi nell'appartamento, e accertare da cosa sia stato prodotto il monossido. Presenti anche i Carabinieri. L'emergenza, iniziata alle 6, si è conclusa poco dopo le 7.

Forte odore di gas: paura all'ospedale, ma non è una fuga

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato senza vita in un campo nei pressi della SS36

  • Scrive il messaggio d'addio su Instagram e va sul ponte Kennedy: giovane salvata in extremis dai poliziotti

  • «Mi ha fermato mentre ero in auto e si è finto bisognoso di aiuto per truffarmi 10 euro»

  • Il "parcheggio creativo" immortalato dal Consigliere comunale: «Non si fa»

  • Precipita sul Corno Medale per venti metri, arrampicatore in ospedale

  • Legnone, incidente mortale: escursionista piemontese precipita e perde la vita

Torna su
LeccoToday è in caricamento