Due donne hanno ricevuto gli organi del giovane Riccardo. «E stanno bene»

A comunicarlo è Marco Galbiati, papà del ragazzo scomparso nel gennaio 2017: «Il fegato a una 26enne, il rene sinistro a una 54enne». Il nuovo appello: «Mi piacerebbe incontrarle»

Marco Galbiati con il figlio Riccardo

Sono due donne ad aver ricevuto, rispettivamente, il rene sinistro e il fegato di Riccardo Galbiati e dopo il trapianto stanno bene. A rivelare nuovi dettagli e a rinnovare l'appello per trovare i riceventi degli organi di Ricky - ragazzo scomparso nel gennaio 2017 sulle piste dell'Aprica - è papà Marco attraverso la pagina FB dell’associazione "Il tuo cuore la mia stella".

Un libro racconta la storia di Riccardo Galbiati

«Cari amici e care amiche, che mi seguite con affetto, ho una bella notizia - scrive - Ho saputo che il rene sinistro di Riccardo è andato a una donna di 54 anni (operata al Policlinico Milano) mentre il fegato a una ragazza di 27 anni (operata all'Ospedale di Bergamo). I trapianti - effettuati il 3/4 gennaio 2017 - hanno avuto successo, entrambe stanno bene e ne sono felicissimo. Mi piacerebbe incontrarle e riprovare la grande gioia che ho sentito conoscendo Maurizio (che ha ricevuto il rene destro di Ricky). Se qualcuno avesse notizie in merito non esiti a contattarmi!».

«Conosciamo chi riceve gli orani dei nostri cari»: la petizione

Proprio attraverso un appello su FB Marco Galbiati lo scorso anno aveva rintracciato e conosciuto Maurizio di Bari, il giovane che aveva ricevuto il rene destro di Ricky.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Le Piazze": torna il supermercato, giovedì Aldi apre il suo punto vendita all'interno del centro commerciale

  • È rientrata la donna di Galbiate scomparsa da ieri

  • Dopo dieci ore di ricerche da parte dei Vigili del fuoco è stata ritrovata la donna scomparsa

  • Come far asciugare il bucato in inverno: consigli utili

  • Auto si ribalta nel tunnel del Monte Barro, quattro persone finiscono in ospedale

  • Minaccia di morte con grosse forbici un barista di corso Martiri

Torna su
LeccoToday è in caricamento