Arrestato a Linate con tre chili di cocaina nella valigia

Nei guai "mulo" dei narcos appena atterrati dal Cile. Aveva nascosto lo stupefacente in un doppio fondo, imbevendo le coperte di aceto, ma i cani l'hanno individuato

(Foto di repertorio)

Era appena sbarcato dal Cile, ma non ha fatto molta strada. Anzi, non è nemmeno uscito dall'aeroporto se non in manette. Colpa della sua vaigia e di ciò che conteneva.

Un uomo, un cittadino sudamericano, è stato arrestato allo scalo internazionale di Linate a Milano con l'accusa di traffico internazionale di droga. A fermarlo, agli arrivi, sono stati gli uomini della Finanza e dell'Agenzia delle dogane, che avevano iniziato a tenerlo sotto controllo dopo averlo visto passeggiare a lungo - nervoso e agitato - nell'area ritiro bagagli.

Perquisito dai Carabinieri e "pizzicato" con la cocaina

Ai militari che lo hanno fermato, l'uomo ha spiegato di essere stato in vacanza in Cile e di essere in Italia per lo stesso motivo. È bastato un semplice controllo, però, per scoprire che il "mulo" - così vengono chiamati i corrieri dei narcos sudamericani - aveva nascosto in un doppio fondo delle sue valigie oltre tre chili e mezzo di cocaina.

Nella speranza - vana - di ingannare i cani antidroga, la "coca" era stata sistemata all'interno di coperte imbevute di aceto.

La notizia su Milano Today

De Corato: «Milano tristemente crocevia dello spaccio»

«Che a Linate giungesse la droga, non è una novità - commenta l'assessore regionale alla Sicurezza Riccardo De Corato - Era ed è il punto di arrivo delle sostanze acquistate su internet. Milano infatti si è già aggiudicata anche il titolo di capitale europea dello spaccio online. Con questo episodio - conclude De Corato - ancora una volta tornano alla mente i dati Orim e Polis Lombardia secondo i quali gli stranieri violano spesso la normativa sugli stupefacenti. Dopo la cocaina in corriera, ora anche la cocaina in aereo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto. Al "Manzoni" il contagiato valtellinese

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Coronavirus: 172 casi in Lombardia, sei decessi. Migliorano le condizioni del giovane al "Manzoni". Treni: -60%

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

Torna su
LeccoToday è in caricamento