«Volevo attirare l'attenzione dei parenti»: donna simula una rapina e viene denunciata

La presunta vittima aveva denunciato il reato ai carabinieri della stazione d'Introbio, che hanno però smontato la sua tesi in breve tempo

I Carabinieri del Comando Provinciale di Lecco, a conclusione di veloci indagini, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Lecco una 64enne abitante a Lecco con l'accusa di simulazione di reato di rapina.

Pensionato finge il furto di un fucile per coprire il nipote: 18enne arrestato per furto, ricettazione e spaccio

La presunta rapina

La donna nel pomeriggio di giovedì 27 giugno aveva denunciato il presunto reato ai Carabinieri della Stazione di Introbio: a suo dire, nel tardo pomeriggio del 25 giugno, mentre percorreva a piedi le vie di Barzio, era stata rapinata da due extracomunitari a volto scoperto i quali, sotto la minaccia di un coltello, si erano fatti consegnare un orologio di marca Rolex, una collana di perle e un anello d’oro con brillanti, per poi darsi alla fuga a bordo di uno scooter nelle vie circostanti.

Chiavenna, si finge carabiniere e truffa un'anziana

«Volevo attirare l'attenzione dei parenti»

I Carabinieri, nel ricostruire i momenti più rilevati dell’episodio denunciato dalla presunta vittima e dagli elementi raccolti sul posto, hanno rilevato alcune anomalie e, con tutti gli elementi in mano, hanno riconvocato la donna, la quale, messa davanti alle evidenze dei fatti, ha ammesso di aver simulato la rapina allo scopo di attirare l’attenzione dei propri familiari.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Latitante da 15 anni, preso a Milano il re dei documenti nato nel Lecchese

  • "Black Ink": riciclaggio e bancarotta, truffa da trentacinque milioni. In dodici finiscono nei guai

  • Statale 36: brutto incidente prima della "San Martino", serie le condizioni di un'automobilista

  • Come far durare più a lungo la tinta per capelli

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Torna il maltempo: nel Lecchese scattano ben tre allerte

Torna su
LeccoToday è in caricamento