Pensionato finge il furto di un fucile per coprire il nipote: 18enne arrestato per furto, ricettazione e spaccio

La perquisizione condotta a casa del neo maggiorenne ha permesso ai carabinieri di accertare l'invenzione del furto e, invece, le responsabilità dirette del ragazzo, nella cui abitazione è stata rinvenuta anche della marijuana

Nella mattinata di mercoledì 29 agosto i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e quelli della Stazione di Merate sono intervenuti in un paese della Brianza Meratese in seguito alla presentazione di una denuncia del furto di un fucile perpetrato nella notte nell’abitazione di un pensionato del posto. Fin da subito gli elementi raccolti dal personale specializzato del Nucleo Operativo di Merate a seguito dei rilievi tecnici operati, hanno fatto presupporre che la dinamica dei fatti fosse diversa da quella raccontata dall’anziano ai militari in sede di denuncia.

Crolla capanno agricolo a Merate: gravemente ferito l'uomo colpito dalle macerie

Messo alle strette, l’uomo ha ammesso di avere inscenato il furto della propria arma, con l’aiuto del genero, volendo tutelare il nipote che risultava essere il vero responsabile della sottrazione dell’arma, verificatasi all’inizio del mese di agosto. Una prima perquisizione a carico del sospettato ha consentito ai militari di rinvenire nella sua disponibilità circa tredici grammi di marjuana, suddivisa in più confezioni e dosi; procedendo nella spedita attività d’indagine, sono stati acquisiti elementi che hanno consentito d'individuare il presunto detentore del fucile a cui era stato rivenduto subito dopo il furto nell’abitazione dell’anziano congiunto.

Rubò uno zaino dalla cappelliera: ladro individuato grazie alla capigliatura

L’attività investigativa si è poi spostata in provincia di Monza dove, perquisendo l’abitazione di un insospettabile incensurato 18enne di Vimercate, è stato rinvenuto il fucile monocanna calibro dodici, marca Benelli, sottratto all’anziano meratese. Il giovane ha ammesso le sue responsabilità, confermando l’ipotesi investigativa dei militari di Merate: il giovane aveva acquistato l’arma dal parente del legittimo proprietario.

Auto spaccata sulla passeggiata a lago: tentativo di furto o vandalismo? 

Di conseguenza, il 18enne è stato tratto in arresto per i reati di detenzione illegale di arma e ricettazione e, nella mattinata odierna, è stato condotto presso il Tribunale di Monza per il giudizio direttissimo a seguito del quale il Giudice, nel convalidare l’arresto, ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, fissando l’udienza per il 25 ottobre 2018.

Tentativo di furto a Casatenovo, un vaso tradisce i ladri

Inoltre, a conclusione degli accertamenti, sono stati deferiti in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria i tre componenti del nucleo familiare meratese: il nipote per il furto dell’arma e la detenzione ai fini di spaccio dello stupefacente, mentre gli altri due per la simulazione del furto con scasso del fucile, di fatto mai avvenuto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Grave incidente dopo il Motoraduno per una coppia: «Aiutateci a ritrovare l'angelo che ci ha aiutato»

  • Monticello: emergono le foto dell'Alfa incidentata. Sul web scatta l'ironia

  • Il manifesto per gli auguri di matrimonio che ha incuriosito tanti calolziesi

  • Tragedia a Casatenovo: muore al lavoro nell'azienda agricola

  • Incidente sulla Strada Statale 36, coinvolto un motociclista

Torna su
LeccoToday è in caricamento