Furti in città, Frigerio a "Matrix": «Denunciare? Meglio un prezzo di favore del vetraio»

Il noto commerciante cittadino parla della raffica di attacchi subiti a Canale 5: «Inizialmente ho denunciato, ma ora non mi conviene più farlo»

 

«Nel corso degli anni abbiamo subito trentuno spaccate, ma oggi preferisco non denunciare più. Preferisco, puttosto, strappare un prezzo di favore al vetraio e ricomprare ciò che mi viene sottratto». La confidenza, con il sorriso sulla bocca, è di Pierdomenico Frigerio, noto commerciante di Lecco, già presidente dell’Associazione Alberghi e Pubblici Esercizi della Provincia e conosciutissimo in città per essere o essere stato il titolare di vari esercizi, tra cui il chiosco estivo “Da Friz”, installato presso i giardini pubblici del lungolario Cadorna.

E proprio dei continui furti che ha subito il suo locale ha parlato il commerciante, intervistato da "Matrix" nel corso di un'appfondimento prodotto nel centronord Italia da Francesca Parisella per il noto programma in onda mercoledì sera su Canale 5. Frigerio ha mostrato la zona da cui sono soliti entrare i malviventi (un piccolo vetro laterale) e a descrivere la situazione che vive ormai da anni: «Ho denunciato i furti subiti un po' di volte, ma poi ho lasciato stare. Non voglio nemmeno mettere delle inferriate esterne, perchè i miei clienti si sentirebbero stretti in una gabbia. Rabbia? No, non ne provo più. Semplicemente riparo i danni e vado avanti, sperando che il prossimo danno subito sia semrpe l'ultimo».

La refurtiva sottratta a Lecco è sostanzialmente composta da beni di consumo: «I ladri rubano in prevalenza le bottiglie di alcolici, a volte sottraggono i prosciutti. Chiaramente, dopo i primi avvenimenti non ho più lasciato del fondo cassa all'interno del chiosco». Lo scenario disegnato da Frigerio è comune in tutti gli intervistati: i dati rilevati dal Viminale, che testimoniano numeri in miglioramento per quanto concerne l'attacco dei malviventi agli esercizi pubblici, sembrano essere drogati dall'ormai diffusa prassi della "non denuncia", più che da un reale calo dei furti stessi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento