Il Premio "Azzeccagarbugli" al Romanzo Poliziesco va ad Adele Merini

Trionfa con il manoscritto dal titolo "A Milano si vive così"

Adele Marini con il romanzo “A Milano si muore cosi” (Fratelli Frilli) è la vincitrice della decima edizione del Premio Azzeccagarbugli al Romanzo Poliziesco.
La proclamazione è avvenuta ieri sera, al Teatro della Società di Lecco, dove si è svolta la serata conclusiva del decennale del Premio dedicato alla narrativa di genere, promosso e organizzato dalla Provincia di Lecco e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecco.
Durante una vivace serata, dove la narrativa ha ceduto più volte il passo alla musica di qualità, la giornalista Marta Perego ha presentato i cinque finalisti presenti sul palco, seguendo passo dopo passo lo spoglio in diretta delle schede inviate dalla Giuria popolare.
Questi i risultati: Adele Marini, prima classificata, ha vinto con 563 voti, il secondo classificato è Massimo Galluppi, che ha ottenuto 479 voti,  con “Il cerchio dell’odio”(Galluppi); terzo classificato Stefano Tura, 471 voti, con “Tu sei il prossimo” (Fazi), quarto classificato Simone Sarasso, 327 voti, con “Il paese che amo” (Marsilio), quinto classificato Stefano Piedimonte, 235 voti, con “Voglio solo ammazzarti” (Guanda).
Da sempre il Premio Azzeccagarbugli gratifica i finalisti con un riconoscimento economico: al vincitore di questa X edizione va un assegno di 3.000 euro, al secondo classificato 2.000 euro, al terzo 1.500 euro, al quarto  1.000 euro e al quinto 500 euro.
Adele Marini, sinceramente sorpresa ed emozionata per la vittoria, ha dichiarato, a serata conclusa, di voler dedicare il Premio a “Libera” e a “Ponti di memoria”, due Associazioni che si stanno impegnano in modo concreto per promuovere  la cultura della memoria italiana.
Il Premio all’Opera Prima, in ricordo di Raffaele Crovi,  è stato assegnato a Stefano Brusadelli, autore di “I Santi pericolosi” (Mondadori):  il figlio di Crovi, Luca, ha consegnato il premio al vincitore, descrivendo il romanzo come “un’acuta descrizione del malessere contemporaneo e della solitudine umana sullo sfondo di Roma”. 
La valutazione dei lettori è stata indipendente rispetto a quella dei giurati che il 5 giugno scorso avevano selezionato i cinque finalisti, e che avevano così votato: Simone Sarasso, Il paese che amo (Marsilio) con 43 punti, Adele Marini, A Milano si muore così (Fratelli Frilli) con 17 punti, Stefano Piedimonte, Voglio solo ammazzarti (Guanda) con 16 punti, Stefano Tura, Tu sei il prossimo (Fazi) con 11 punti e infine Massimo Galluppi, Il cerchio dell’odio (Marsilio) con 9 punti.

Il vincitore, i finalisti e il vincitore della Sezione Opera Prima sono presenti oggi, sabato 11 ottobre, al mattino in alcune librerie lecchesi per firmare le copie dei loro libri, e alle 17.30 al festival La passione per il delitto, a Lariofiere di Erba, dove si racconteranno al pubblico, parlando delle loro opere e della loro esperienza di finalisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La nomina del vincitore del Premio Azzeccagarbugli al romanzo poliziesco, promosso dalla Provincia di Lecco e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecco, è ormai un appuntamento imperdibile per gli appassionati di thriller e di letture noir.
Alla fine della serata la Giuria dei Letterati, presente in platea, ha commentato il lavoro svolto nel corso di questi mesi: Massimo Carlotto (Presidente), Gianni Biondillo, Elisabetta Bucciarelli, Patrick Fogli, Valerio Varesi si sono dichiarati soddisfatti del livello dei romanzi che hanno partecipato alla corsa finale.
Marco Benedetti, Assessore alla Cultura, Beni Culturali, Identità e Tradizioni della Provincia di Lecco, ha spiegato: “Sono molto soddisfatto per essere riuscito a realizzare la X edizione del Premio, in un periodo particolarmente difficile come quello che stiamo vivendo tra tagli e riforme. Il Premio Azzeccagarbugli in dieci anni ha saputo consolidare il legame con i lettori diventando un appuntamento atteso da parte degli appassionati di gialli e noir.  Lo dimostrano le centinaia di lettori che si iscrivono per far parte della Giuria Popolare ed avere così la possibilità di esprimere il proprio determinante giudizio sui libri che arrivano in finale. Contraddistinguono il Premio due concetti premianti: interattività e trasparenza. La doppia articolazione Giuria dei Letterati e Giuria Popolare consente di equilibrare il giudizio tecnico e giudizio popolare, favorendo il coinvolgimento dei lettori. Il successo della serata finale con la proclamazione del vincitore del Premio, di anno in anno sempre più ampio, e l’impegno degli organizzatori e dei sostenitori rimangono un esempio virtuoso di collaborazione e sinergia per una crescita culturale del territorio”.
 
Raffaella Bartesaghi, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Lecco, ha aggiunto:  “Questo Premio significa molto per noi Giovani Imprenditori: significa investire nel nostro territorio attraverso un evento dal respiro nazionale che è arrivato alla 10° edizione crescendo in prestigio e attrattività; significa investire nella cultura perché è un fondamento del nostro tessuto sociale, significa investire nei nuovi talenti attraverso il premio Raffaele Crovi per la migliore opera Prima. Oggi siamo particolarmente orgogliosi di avere raggiunto questo anniversario e credo sia doveroso ringraziare quanti durante i dieci anni di storia del Premio, ed anche in un contesto economico non facile, lo hanno voluto sostenere dando un contributo fondamentale all’iniziativa. Un ringraziamento va anche alle Case editrici e agli Autori che vi hanno partecipato e a tutti quanti hanno fatto parte delle Giurie, svolgendo un ruolo fondamentale per la realizzazione di queste dieci edizioni. Il pubblico, di appassionati del genere e non solo, ha risposto con interesse alla nostra iniziativa e questo naturalmente è fondamentale. Un ringraziamento quindi anche al pubblico affezionato del Premio, che speriamo continuerà a seguirlo sempre con lo stesso interesse.
 
La serata del Premio ha creato movimento in rete, grazie ai canali social: la pagina facebook (PremioAzzeccagarbugliAlRomanzoPoliziesco) ha incrementato il numero dei “like” in modo consistente in questi ultimi giorni, creando attesa e aspettativa. Ieri sera l’hashtag #azzecca14 ha coinvolto un centinaio di “follower” intorno account del Premio.
 
 
Il Premio Azzeccagarbugli al Romanzo Poliziesco 2014 è stato promosso e organizzato dalla Provincia di Lecco e dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecco, con il contributo di:
Confindustria Lecco
Camera di Commercio di Lecco
Acel Service
Agomir
Esedra
Omet
Plastivar
Synergie
 
in collaborazione con:
Comune di Lecco
Consorzio Brianteo Villa Greppi
 
e con il patrocinio della Provincia di Monza e Brianza

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Importante scoperta sul Coronavirus: nell'équipe svizzera c'è un mandellese

  • Tragedia a Valmadrera: addio al consigliere comunale Pamela Cazzaniga

  • Coronavirus, il punto. Nel Lecchese oltre cento tamponi positivi in un giorno, quasi seimila decessi in Lombardia

  • Il bucato al tempo del Coronavirus: come eliminare germi e batteri

  • Sconti per famiglie in difficoltà e corsie preferenziali: le misure di Esselunga contro il Coronavirus

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: «Vi chiediamo di scaricarla tutti»

Torna su
LeccoToday è in caricamento