Acqua dal tetto del Bione, partita sospesa. Il Comune chiede un incontro con il gestore

È accaduto domenica durante il match di basket LBW-Corbetta. Decisione presa in autonomia dall'arbitro. L'assessore: «Al momento nessun provvedimento di inagibilità»

Secchi e stracci per contenere le perdite al palazzetto del Bione

Il tetto del Bione perde, le infiltrazioni d'acqua sul parquet costringono alla sospensione del match di pallacanestro di Promozione femminile tra Lecco Basket Women e Basketschool Corbetta.

È accaduto domenica a Lecco. L'ennesimo problema al Centro sportivo cittadino si è manifestato dopo le intense piogge dell'ultimo periodo. A nulla, ieri, sono valsi i continui interventi degli addetti con secchi e stracci; l'arbitro ha ritenuto troppo pericoloso, ai fini dell'incolumità delle giocatrici, continuare il match, interrompendo le ostilità alla fine del primo tempo, quando la situazione di punteggio era sul 23-25 per le ospiti.

Nigriello: «Da valutare se il maltempo ha aggravato la situazione»

«Domenica mi trovavo al Bione per assistere, come mio solito, alle varie competizioni sportive - commenta l'assessore allo Sport del Comune di Lecco, Roberto Nigriello - Cadeva qualche goccia da un punto preciso, ma l'arbitro ha fatto le sue valutazioni ritenendo che non ci fossero le condizioni di agibilità. Per quanto mi riguarda ho contatto subito il gestore del centro sportivo (Sport Management, ndr) per fissare al più presto un incontro e valutare la situazione: la questione del tetto è annosa e conosciuta da tempo, era accaduto anche al Basket Lecco nell'ultimo incontro casalingo. Il maltempo delle ultime settimane con ogni probabilità ha aggravato la situazione, anche se al momento non possiamo sapere se si tratti di una manutenzione ordinaria o straordinaria. Toccherà al gestore valutare i danni, ma è bene chiarire che il Comune non ha emesso provvedimenti di inagibilità, la struttura tecnicamente è fruibile».

Bione infiltrazioni acqua (1)-2

Maltempo, a Olginate si allaga il PalaRavasio

Grossi problemi, a causa delle magagne del palazzetto del Bione, li sta vivendo anche la società di pallavolo Picco Lecco, costretta a cercare soluzioni alternative per gli allenamenti vista la contemporanea inagibilità della palestra del Bertacchi, usata da ormai 45 anni soprattutto per l'attività giovanile. «Siamo disponibili a incontrare l'assessore Nigriello e l'istituzione provinciale per riacquisire la disponibilità della palestra - commenta il presidente Dario Righetti a LCN - In Italia ci sono problemi ben più gravi a causa del maltempo, ma abbiamo bisogno di quelle strutture. I nostri tecnici dicono che il problema non è così grave, di conseguenza contiamo di avere una soluzione in mano in tempi brevi per far ripartire l'attività»

La denuncia di Righetti: «Problemi strutturali in città»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Satech si amplia con una nuova sede e trenta assunzioni per il 2020

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento