Tragedia a Casatenovo: muore al lavoro nell'azienda agricola

L'incidente prima delle 7 del mattino: Gianluca Giovinazzi, 38enne residente in paese, è rimasto schiacciato da una pressa. Inutili i soccorsi e l'intervento dell'elicottero

Ancora una vittima sul lavoro, questa volta nel territorio lecchese. La tragedia si è consumata nella primissima mattina di oggi, venerdì 13 settembre, nelle campagne di Casatenovo. A perdere la vita Gianluca Giovinazzi, 38enne di un'azienda agricola e di allevamento animali, la Bri.Con, rimasto schiacciato da una pressa utilizzata per la compattatura della pelle dei conigli.

Infortunio sul lavoro: amputato dito medio a un giovane

Ancora da chiarire la dinamica del tragico incidente, avvenuto prima delle 7 del mattino. Sul posto sono intervenuti i volontari della Croce Bianca di Merate e nei pressi dell'azienda è atterrato pochi minuti dopo l'elicottero proveniente da Como, ma per lo sfortunato lavoratore non c'è stato nulla da fare. Sul posto anche i Vigili del fuoco del comando di Lecco.

A fare chiarezza sulla causa della morte, un malfunzionamento del macchinario o un errore umano, saranno i Carabinieri della Compagnia di Merate, intervenuti in Via Madonnina insieme ai tecnici dell'Ats Brianza, come consuetudine in caso di gravi infortuni sul lavoro.

Il comunicato congiunto dei sindacati

FAI CISL FLAI CGIL UILA UIL territoriali esprimono il proprio cordoglio alla famiglia del lavoratore deceduto stamattina in un’ azienda agroalimentare di Casatenovo a causa di un infortunio sul lavoro. In attesa che vengano chiariti le cause di quanto accaduto, vogliamo denunciare con forza la poca attenzione presente all’interno delle aziende su un tema così importante come quello della sicurezza.

Purtroppo siamo ancora molto indietro su questo versante come dimostrato dal trend negativo relativo agli infortuni sul
lavoro, anche mortali, in provincia di Lecco. È necessario promuovere maggiormente la cultura della sicurezza, mettendo in campo tutte le iniziative necessarie a evitare che episodi di questo genere possano ripetersi.

Straniero: «E' emergenza per le tragedie sul lavoro»

«Esprimo - dichiara il consigliere regionale del Pd, Raffaele Straniero - la mia più sentita vicinanza ai familiari della vittima e lancio un grido d’allarme che, di fronte a numeri in  costante crescita, non può restare inascoltato. Gli incidenti sul lavoro sono aumentati dallo scorso anno in modo drammatico: nei primi sei mesi del 2019 sono stati 482, 90 solo in Lombardia, più di 10 al mese. Ora - afferma Straniero - Governo e Regione, per le rispettive competenze, devono mettere in campo politiche atte a fermare quella che è ormai una strage. Innanzitutto, Palazzo Lombardia deve tornare a investire nella prevenzione e nella tutela della salute e nei controlli. Non può continuare, come ha fatto negli ultimi anni, a ridurle, arrivando a dimezzarle. Gli incidenti mortali vanno fermati ad ogni costo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casargo: precipita mentre percorre l'Alpe Giumello in mountain bike, muore 51enne

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Resegone: escursionista precipita sul versante nord, è ricoverato in gravi condizioni

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

Torna su
LeccoToday è in caricamento