Furti in case e negozi nel Lecchese: venerdì e sabato dalle 17 alle 20 la fascia oraria più a rischio

I dati illustrati durante un "Tavolo per la sicurezza" in Prefettura parlano di una diminuzione dei colpi e di un aumento degli arresti nel 2019 rispetto al 2018. Ora ancora più controlli e videosorveglianza

Il tavolo tecnico sulla sicurezza che si è tenuto in Prefettura a Lecco.

La prevenzione e il contrasto dei furti nelle abitazioni e negli esercizi commerciali del territorio sono stati oggetto di un nuovo summit per la sicurezza in Prefettura a Lecco. La Riunione Tecnica di Coordinamento è stata presieduta dal Prefetto Michele Formiglio, e ha visto la presenza del Questore Filippo Guglielmino, del Colonnello Claudio Arneodo dell’Arma dei Carabinieri e del Colonnello Paolo Cussotto della Guardia di Finanza. Durante la seduta è stato innanzitutto evidenziato come nel corso del 2019 rispetto al 2018, si sia registrata una significativa contrazione del numero dei furti commessi ed un contemporaneo aumento dell’incidenza percentuale di quelli dei quali sono stati scoperti gli autori. «Questi ultimi dati - commentano dalla Prefettura - testimoniano l’efficacia delle strategie di prevenzione e contrasto messe in campo».

Il Meratese la zona più a rischio

È stato quindi approfondito l’esame dei furti avvenuti nel territorio, con riferimento anche ai giorni settimanali, alle fasce orarie ed alle località nelle quali il fenomeno ha fatto registrare la sua maggiore incidenza. Dall’analisi è emerso come l’area maggiormente interessata dalle azioni della criminalità sia quella del Meratese, i giorni settimanali nei quali si registra la maggiore frequenza il venerdì ed il sabato, la fascia oraria quella che va dalle 17:00 alle 20:00.

Le azioni concordate di contrasto alla criminalità: più coinvolgimento dei sindaci 

​A seguito dell'analisi svolta dal prefetto Formiglio e dai dirigenti delle forze dell'ordine impegnate a Lecco e provincia sono state concordate le seguenti azioni di prevenzione e contrasto ai furti:

  1. Predisposizione di servizi coordinati a largo raggio con forte visibilità delle Forze di polizia per il controllo massivo delle aree maggiormente colpite come da analisi di georeferenziazione del fenomeno.
  2. Coinvolgimento e partecipazione delle Polizie Locali nelle attività relative alla viabilità stradale al fine di liberare risorse e consentire alle Forze di polizia a competenza generale di incrementare l’attività di contenimento e contrasto dei reati predatori;
  3. Sensibilizzazione dei sindaci nell’attività di implementazione dei sistemi di videosorveglianza/lettura targhe e nell’ammodernamento dei dispositivi esistenti;
  4. Incremento dei punti di ascolto dei cittadini e degli amministratori locali con le forze di Polizia;
  5. Promozione della sottoscrizione del Protocollo di controllo di vicinato per valorizzare il controllo sociale ed incrementare il livello di consapevolezza dei cittadini circa le problematiche del territorio.

L’incontro si è concluso con l’impegno di continuare a monitorare costantemente l’efficacia delle azioni programmate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto. Al "Manzoni" il contagiato valtellinese

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Coronavirus: 172 casi in Lombardia, sei decessi. Migliorano le condizioni del giovane al "Manzoni". Treni: -60%

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

Torna su
LeccoToday è in caricamento