Funzionaria del Comune di Calolzio muore a 48 anni

Lisa Amicarella è stata stroncata da un malore mentre si trovava sola nella propria abitazione. Il cordoglio dei colleghi e del sindaco Ghezzi: «Una professionista molto capace, per la nostra città una grave perdita. Siamo tutti sotto choc»

Lisa Amicarella, classe 1970, era originaria della provincia di Milano. Dolore e commozione a Calolziocorte per la sua improvvisa scomparsa.

Improvviso lutto a Calolziocorte. È morta a soli 48 anni la dottoressa Lisa Amicarella, Responsabile del Settore Servizi alla Persona e alla Famiglia del Comune di Calolzio. La donna è stata trovata senza vita questa mattina da un famigliare nella sua abitazione fuori città.

A stroncarla è stato quasi certamente un malore che l'ha colpita mentre si trovava sola a casa. Un dramma che ha gettato nel dolore non solo i parenti e gli amici della donna, ma anche i tanti colleghi del municipio di Calolzio e i rappresentanti dell'Amministrazione comunale, a partire dal sindaco Marco Ghezzi e dall'assessore ai Servizi sociali Tina Balossi che lavorava al suo fianco.

Polizia locale Calolzio: meno multe ma più prevenzione, e ora si pesano i camion

Originaria della provincia di Milano, Lisa Amicarella, sposata e classe 1970, lavorava nell'ente locale di piazza Vittorio Veneto da diversi mesi e lo scorso settembre era diventata responsabile del settore sostituendo una collega da poco andata in pensione. Per lavorare a Calolzio si era avvicinata trasferendosi in un paese del lago.

«Per il nostro comune è una grande perdita, siamo tutti sotto choc e profondamente dispiaciuti per questa notizia - commenta il sindaco di Calolzio Marco Ghezzi - La dottoressa Amicarella era una professionista molto preparata, aveva una mentalità moderna, la apprezzavamo in tanti per la sua voglia di fare. Ci siamo visti anche ieri sera, ci confrontavamo praticamente tutti i giorni per fare il punto sulle attività del suo settore, quello dei servizi sociali e della famiglia, uno dei più importanti per la vita della nostra comunità. Prima di Calolzio aveva lavorato a Trezzano sul Naviglio, in una realtà più grande nella quale aveva maturato un'esperienza importante. Come Amministrazione ci uniamo al dolore dei suoi famigliari esprimendo a loro le nostre condoglianze. Ci mancherà».

Tra le tante iniziative organizzate dal Comune in collaborazione con la dottoressa Lisa Amicarella una delle più recenti era stata la serata al Lavello dedicata all'8 marzo con le poesie di Pablo Neruda.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendi boschivi: scatta l'allarme rosso in varie zone della Lombardia, Lario compreso

  • Notizie

    Aperto il primo asilo per cani in provincia di Lecco

  • Cronaca

    Alberi crollati, tetti scoperchiati: il vento devasta il territorio. Fiamme sul Cornizzolo

  • Notizie

    Verifiche di stabilità, due ponti chiusi in notturna a Calolzio

I più letti della settimana

  • Esenzioni ticket, si cambia: durata limitata e rinnovo non automatico

  • Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

  • Frustato perchè non abbastanza produttivo: giovane lavoratore si licenzia e denuncia il caso

  • Incidenti e cantieri deserti: traffico in tilt fino all'Alto Lago

  • Treni Storici: arriva il Lario Express, da Milano a Lecco su treni d'epoca

  • Statale 36: ennesimo incidente nella galleria del Monte Barro, traffico paralizzato

Torna su
LeccoToday è in caricamento