Addio a Vico Gelli, anima dell'associazionismo e del mondo del ciclismo lecchese

Aveva 74 anni. Sandro Bonacina: «Sempre in prima fila per organizzare eventi, voleva bene a ciò che faceva. Mancherà tanto». Sui social la commozione di amici e sportivi

Vico Gelli, 74 anni

Un lutto gravissimo ha scosso Lecco, il mondo dell'associazionismo e dello sport cittadino. All'età di 74 anni se ne è andato Vico Gelli, appassionato di ciclismo oltre che amatore, presenza fissa nei principali eventi lecchesi, collaboratore attivo nel corso della sua vita di numerosi sodalizi, in particolare l'Elma e la Canottieri Lecco. Gelli è scomparso in ospedale, dov'era ricoverato da due settimane, a seguito delle conseguenze del virus Covid-19.

Vendrogno piange Giuseppe "Zai" Acerboni, alpino ed ex assessore

La passione più grande di Vico, che ha trascorso la sua vita lavorativa alla Fiocchi Munizioni, è stata senza dubbio il ciclismo. Tesserato per il Bike Team Formaggilandia 2 Malgrate, era solito uscire con la propria bici di prima mattina, per un'uscita con gli amici e una tappa immancabile - oltre che alla Canottieri - dall'amico Paolo, benzinaio sul lungolago. Tante le gare e le manifestazioni ciclistiche alle quali ha preso parte negli anni. Preziosissima inoltre la presenza agli eventi organizzati non solo dal suo team, ma anche in quelli del comitato lecchese della Federazione italiana ciclismo. «Questo era il suo secondo mandato insieme a me - ricorda, commosso, il presidente Sandro Bonacina - Vico si è sempre contraddistinto come una persona seria, pronta a impegnarsi e a volere bene a ciò che faceva. È sempre stato propositivo e partecipe. Mi mancherà tanto».

L'assessore Nigriello: «Lecco perde un punto di riferimento»

«Lecco perde un grande sportivo e una persona meticolosa e sempre disponibile. Un uomo sempre attivo in città e dotato di una spiccata generosità - è il commento dell'assessore comunale allo Sport Roberto Nigriello - Ricorderò sempre quando passavi dall'ufficio sport magari anche solo per un saluto, senza però mai far mancare la tua piacevole opinione. La tua travolgente passione per il ciclismo ti ha portato a diventare per l'intera comunità un punto di riferimento oltre che a una figura di rilievo. Aspettavi con gioia la tappa del giro d'italia U23 che ospiteremo in città nel mese di giugno, e proprio per questo spiace ancor di più non poterti avere lì accanto alla partenza. Resterai sempre nei nostri cuori, di chi ha avuto modo di conoscerti ma soprattutto degli appassionati di sport e di ciclismo. Ciao Vico, ora pedala da lassù, un sincero abbraccio affettuoso».

Cariboni: «Persona di un altruismo raro»

«Vico Gelli l'ho conosciuto all'Elma, durante la mia presidenza, tantissimi anni fa. Dopo la pensione arrivò in Canottieri: una persona squisita, con gentilezza e altruismo fuori dal comune - ricorda Marco Cariboni, presidente della Canottieri Lecco - Si offrì subito come vigilante per prendersi cura dei bambini ed evitare che corressero pericoli alla piscina, stava fino a tre ore immobile sulla panchina per controllare che nessuno andasse sul trampolino. Ci prendevamo sempre un po' in giro su chi fosse più grande perché ci passavamo pochi giorni, lui del '46 e io del '45. Mi mancherà tanto. Quello che più rammarica è che non potremo seguirlo per l'ultimo viaggio con i vessilli blucelesti, lui che teneva particolarmente a questa tradizione quando veniva meno un socio delle Canottieri».

Vico lascia la moglie Liliana e il figlio Marco, ai quali sono rivolte le più sentite condoglianze del mondo dello sport e dell'associazionismo lecchese, oltre che del nostro giornale. Sui social, sin dalla serata di mercoledì, si susseguono decine di ricordi toccanti di amici, colleghi, compagni e di chi lo ha conosciuto e apprezzato. Riportiamo di seguito il lungo post che gli ha dedicato su Facebook l'amico e presidente del Bike Team Formaggilandia 2 - il suo club di appartenenza - Roberto Maggioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ricordo dell'amico e presidente Roberto Maggioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Coronavirus, Borrelli sposta la fine della quarantena: «Credo che staremo a casa anche il primo maggio»

  • Sconti per famiglie in difficoltà e corsie preferenziali: le misure di Esselunga contro il Coronavirus

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: «Vi chiediamo di scaricarla tutti»

  • Coronavirus, Fontana: «Bisogna prepararsi se il Coronavirus dovesse tornare a ottobre»

Torna su
LeccoToday è in caricamento