"Metastasi", arresti domiciliari per Ernesto Palermo

Il giudice per le indagini preliminari ha accolto la richiesta di revoca del carcere presentata dai legali del professore

Arresti domiciliari per Ernesto Palermo, ex consigliere del Comune di Lecco imputato nel processo nato dall'inchiesta "Metastasi".

Il Gip del tribunale di Milano, Roberto Arnaldi, ha accolto l'istanza di revoca della misura carceraria preesentata dai legali di Palermo, che da giovedì 11 dicembre è tornato a casa, dopo quasi 9 mesi di custodia in carcere.

Palermo, insegnante ed ex consigliere del Partito democratico a palazzo Bovara, è accusato di diversi reati, fra i quali estorsione, associazione a delinquere di stampo mafioso, corruzione e turbativa d'asta. Comparirà in tribunale il 19 gennaio 2015 per la prima udienza del processo con rito abbreviato.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Deruba e minaccia un compagno di classe, poi tenta la fuga all'estero: fermato dalla Polfer con due complici

  • Cronaca

    Investita da un camion mentre entra in azienda, donna ferita a una gamba e soccorsa d'urgenza

  • Notizie

    Smarrita pecora pronta a partorire, appello dei proprietari per ritrovarla

  • Cronaca

    Sciopero dei mezzi, in arrivo un altro "venerdì nero": si fermano i treni Trenitalia e Trenord

I più letti della settimana

  • Esselunga assume nuovo personale: ecco come candidarsi

  • Bosisio Parini: coppia di giovani cade dalla moto ad alta velocità, uno è grave

  • Presentata la nuova Guida Michelin: ci sono anche "Porticciolo" e "Viganò"

  • Valmadrera: donna investita davanti alla caserma dei carabinieri. Trasferita in ospedale

  • Sedicenne cade dal secondo piano: elisoccorsa in codice rosso

  • Fotografia: gli scatti di Mauro Lanfranchi premiati al concorso nazionale di Cernobbio

Torna su
LeccoToday è in caricamento