"Metastasi", arresti domiciliari per Ernesto Palermo

Il giudice per le indagini preliminari ha accolto la richiesta di revoca del carcere presentata dai legali del professore

Arresti domiciliari per Ernesto Palermo, ex consigliere del Comune di Lecco imputato nel processo nato dall'inchiesta "Metastasi".

Il Gip del tribunale di Milano, Roberto Arnaldi, ha accolto l'istanza di revoca della misura carceraria preesentata dai legali di Palermo, che da giovedì 11 dicembre è tornato a casa, dopo quasi 9 mesi di custodia in carcere.

Palermo, insegnante ed ex consigliere del Partito democratico a palazzo Bovara, è accusato di diversi reati, fra i quali estorsione, associazione a delinquere di stampo mafioso, corruzione e turbativa d'asta. Comparirà in tribunale il 19 gennaio 2015 per la prima udienza del processo con rito abbreviato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Ladri nella casa di Celentano: "Temo per me e Claudia"

    • Eventi

      "Leggermente 2017": una rassegna di libri e lettura "sul confine"

    • Cronaca

      SP Briantea: stop al transito dei mezzi pesanti sul ponte di Brivio

    • Economia

      Vigili del Fuoco, dalla Regione i fondi destinati ai volontari

    I più letti della settimana

    • Primaluna, caduta fatale con la moto: muore a 16 anni

    • Monticello, terribile frontale tra auto e pullman

    • Olginate, mano schiacciata da macchinario: lavoratrice perde falange

    • Le cornee di Matteo Pigazzi ad una ragazzina di Palermo

    • In uscita dalla Super: perde controllo auto e finisce nel fosso

    • Incidente sulle piste dei Piani di Bobbio: in ospedale una bimba di 3 anni

    Torna su
    LeccoToday è in caricamento