"Metastasi", arresti domiciliari per Ernesto Palermo

Il giudice per le indagini preliminari ha accolto la richiesta di revoca del carcere presentata dai legali del professore

Arresti domiciliari per Ernesto Palermo, ex consigliere del Comune di Lecco imputato nel processo nato dall'inchiesta "Metastasi".

Il Gip del tribunale di Milano, Roberto Arnaldi, ha accolto l'istanza di revoca della misura carceraria preesentata dai legali di Palermo, che da giovedì 11 dicembre è tornato a casa, dopo quasi 9 mesi di custodia in carcere.

Palermo, insegnante ed ex consigliere del Partito democratico a palazzo Bovara, è accusato di diversi reati, fra i quali estorsione, associazione a delinquere di stampo mafioso, corruzione e turbativa d'asta. Comparirà in tribunale il 19 gennaio 2015 per la prima udienza del processo con rito abbreviato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Omicidio del macellaio Francesco Rosso, arrestato a Lecco il presunto killer

  • Cronaca

    Scassinava e depredava esercizi commerciali: arrestato giovane ladro

  • Cronaca

    Crepe e scollamenti dai soffitti, l'asilo di Sala resta chiuso

  • Cronaca

    Braccati dai carabinieri, scappano nei boschi: ritrovate droga e machete, caccia ai fuggitivi

I più letti della settimana

  • Le 5 migliori gelaterie di Lecco, secondo TripAdvisor

  • Il viaggio da record dei Carabinieri per consegnare tre organi da trapiantare

  • Aggressione a Pradello, l'Orsa chiude per tre giorni. Sormani: «Provvedimento inutile»

  • Non rispondeva alla porta. Anziana colta da malore soccorsa d'urgenza dai Vigili del fuoco

  • Lecco invasa dagli ScigaMatti! Le foto della corsa più pazza della città

  • Risse, violenza, alcol: sabato sera movimentato a Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento