"Metastasi", arresti domiciliari per Ernesto Palermo

Il giudice per le indagini preliminari ha accolto la richiesta di revoca del carcere presentata dai legali del professore

Arresti domiciliari per Ernesto Palermo, ex consigliere del Comune di Lecco imputato nel processo nato dall'inchiesta "Metastasi".

Il Gip del tribunale di Milano, Roberto Arnaldi, ha accolto l'istanza di revoca della misura carceraria preesentata dai legali di Palermo, che da giovedì 11 dicembre è tornato a casa, dopo quasi 9 mesi di custodia in carcere.

Palermo, insegnante ed ex consigliere del Partito democratico a palazzo Bovara, è accusato di diversi reati, fra i quali estorsione, associazione a delinquere di stampo mafioso, corruzione e turbativa d'asta. Comparirà in tribunale il 19 gennaio 2015 per la prima udienza del processo con rito abbreviato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Rubano auto a Valmadrera: fermati e arrestati sulla Statale 36

    • Cronaca

      Autovelox sulla Super 36: i controlli dal 16 al 22 gennaio

    • Cronaca

      Lecco, malore fatale nella notte: muore a 53 anni

    • Politica

      Consenso dei Sindaci, Brivio perde 16 posizioni: è 71esimo

    I più letti della settimana

    • Incidente a Lecco: auto si ribalta

    • Legnone, trovato morto il 42enne disperso

    • Statale 36, incidente all'altezza di Suello

    • Gilardoni Raggi X: un clima di terrore tra insulti, minacce, ceffoni

    • Lecco, danneggiate auto in sosta sul Lungolario Cadorna

    • Rubano auto a Valmadrera: fermati e arrestati sulla Statale 36

    Torna su
    LeccoToday è in caricamento