Nibionno, giro di vite contro le lucciole: fino a 500 euro di multa per i clienti

L'ordinanza del Comune consente a polizia e carabinieri di effettuare controlli per contrastare un fenomeno in aumento sulla strada provinciale

ilrestodelcarlino.it

Giro di vite contro il fenomeno della prostituzione nel Comune di Nibionno. Le “lucciole” sono tornate sulla provinciale 342 e l’amministrazione comunale ha rinnovato il 9 marzo l’ordinanza che consente a carabinieri e polizia locale di effettuare controlli ed elevare sanzioni.

Un provvedimento che la giunta ha ritenuto necessario adottare, a seguito delle segnalazioni dei cittadini, i quali avevano notato come, nell’ultimo periodo, le lucciole fossero tornate ad esercitare in orari serali sul territorio comunale, nonostante il discreto successo riscontrato in passato da analoghe ordinanze emesse dal Comune.

Il sindaco Claudio Usuelli ha dunque deciso di riprendere in mano la situazione, facendo entrare nuovamente in vigore per 180 giorni il documento, con multe per i clienti fino a 500 euro. L'ordinanza, consultabile sull’albo pretorio del sito comunale, prevede il divieto non solo di contrattare e concordare prestazioni sessuali a pagamento, ma anche di intrattenersi, anche solo per chiedere informazioni, con le prostitute.

Tra i motivi dell’ordinanza, oltre alla tutela del buon costume e del decoro urbano, figurano anche il rischio di incidenti stradali causati dagli automobilisti che accostano sul ciglio della strada per “trattare” con le lucciole, e la tendenza, si legge, da parte delle stesse di lasciare rifiuti sul posto, ovvero preservativi, fazzoletti e lattine.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Statale 36: ennesimo incidente nella galleria del Monte Barro, traffico paralizzato

  • Notizie

    La proposta: «Sia possibile disperdere le ceneri dei defunti nell'Adda»

  • Economia

    Trattativa arenata, nuovo sciopero per i lavoratori della Limonta Spa

  • Green

    Teleriscaldamento, Progetto Valmadrera difende la scelta: «Soluzione a basso impatto ambientale»

I più letti della settimana

  • Le cinque camminate sul lago più belle nel Lecchese

  • Bosisio Parini: donna trovata morta in via Vittorio Veneto

  • Ribaltamento all'interno dell'attraversamento: chiusa la galleria in direzione Milano

  • Frustato perchè non abbastanza produttivo: giovane lavoratore si licenzia e denuncia il caso

  • Esenzioni ticket, si cambia: durata limitata e rinnovo non automatico

  • Incendio in una ditta in Via Arlenico, in azione i Vigili del fuoco

Torna su
LeccoToday è in caricamento