Guerra a chi abbandona rifiuti sulla SS36: nuove telecamere per incastrare gli incivili

Anas ha comunicato ad Amministrazioni comunali e Prefettura il funzionamento del nuovo sistema: ciascuna piazzola sarà costantemente monitorata in ingresso e in uscita

Come funziona il sistema di funzionamento integrato delle telecamere

Il tema dei rifiuti abbandonati sulla Strada Statale 36 è, purtroppo, sempre più importante. L'annosa problematica è finita nei giorni scorsi sul tavolo delle istituzioni del territorio, riunite in Prefettura a Lecco dal capo di gabinetto Marcella Nicoletti. All'incontro hanno partecipato La Regione Lombardia, i sindaci dei Comuni di Abbadia Lariana e di Mandello del Lario, i vicesindaci dei Comuni di Varenna e Colico, il dirigente del Settore Ambiente del Comune di Lecco, i rappresentanti delle Forze di Polizia, la Polizia Stradale, rappresentanti di Anas e i responsabili della società Silea.

Come ha comunicato Anas, dal 13 maggio è entrato in funzione il sistema di videosorveglianza e lettura targhe lungo l'intero tratto che va da Lecco a Colico. Sono state installate ulteriori 19 telecamere, alcune del tipo "Dome", con l'integrazione del sistema attraverso telecamere fisse di ultima generazione in ingresso nelle piazzole e telecamere di lettura targhe in uscita.

SS36 come una discarica: rifiuti abbandonati nelle piazzole di sosta

In sostanza, ciascuna piazzola sarà costantemente monitorata da due differenti punti (ingresso e uscita) in modo che si possa visualizzare il momento in cui avviene l'abbandono rifiuti. Per far ciò si procederà utilizzando tre telecamere di nuova generazione poste in ingresso e uscita della piazzola.

Le telecamere sono di nuova generazione, quella con visione in uscita è a lettura targhe, mentre quelle con visione sulla piazzola sono di nuova generazione con attivazione di un allarme che segnala l'ingresso di un veicolo in piazzola, veicolo fermo, veicolo contromano, presenza pedone, ostacoli in carreggiata e quant'altro.

Identificazione del mezzo incrociando le immagini

Quando il veicolo esce dalla piazzola viene letta la targa posteriore. Incrociando le immagini delle telecamere di osservazione dalle quali si riscontra il veicolo e il momento in cui avviene l'abbandono rifiuti con quelle di lettura targhe, si identifica il mezzo dal quale sono stati abbandonati i rifiuti.
La registrazione e l'acquisizione dei dati saranno continue. L'attività sanzionatoria sarà avviata nell'immediato.

Nella foto in alto, esemplificativamente, una delle piazzole di sosta con l'illustrazione del sistema di funzionamento integrato delle telecamere.

Potrebbe interessarti

  • Dormire bene e svegliarsi di buon umore: ecco alcuni consigli

  • Caldo in auto: come difendersi

  • WhatsApp: ecco come nascondere lo Stato solo ad alcuni contatti

  • Piscine interrate: costi e tempi di realizzazione

I più letti della settimana

  • Statale 36: ribaltamento nella galleria San Martino, lunghe code in uscita da Lecco

  • Vendeva vestiti contraffatti provenienti dalla Cina: sequestrate casa e auto a una lecchese

  • Trovato senza sensi sulla statale Regina: grave ciclista lecchese

  • Vandali sulla ciclopedonale. Il sindaco: «Tolgo la residenza a loro e ai genitori»

  • Nameless, ufficializzato il cambio di location: il festival si trasferisce ad Annone Brianza

  • Beccato a spacciare vicino a un locale notturno: giovane punito con il primo daspo urbano della provincia

Torna su
LeccoToday è in caricamento