Pescate, De Capitani: «Inefficienza della sanità intollerabile, interveniamo noi dove non arriva lo Stato»

Il sindaco del Comune lecchese: «I cittadini devono avere i servizi per cui pagano fior di tasse»

Dante De Capitani, sindaco di Pescate

I meno abbienti, i disabili e gli invalidi residenti a Pescate che hanno necessità di visite urgenti potranno farle privatamente, se i tempi di attesa della sanità pubblica saranno superiori ai tempi indicati dal medico curante. Il costo delle visite ed esami presso le cliniche private sarà a carico del comune di Pescate, che attingerà dal fondo di solidarietà comunale finanziato dalle donazioni.

«Dove non arriva lo Stato, ci dev'essere il Comune»

«Dopo la notizia che una mia cittadina residente invalida - spiega il sindaco di Pescate Dante De Capitani -, la quale aveva necessità di esami urgenti, non ha trovato soddisfazione e non ha potuto effettuare gli approfondimenti necessari con il servizio pubblico per via delle lunghe liste di attesa, con i miei consiglieri ho pensato che dev'essere il Comune ad arrivare dove non arriva lo Stato. Ho chiesto spiegazioni del fatto ai responsabili locali e spero di avere delle risposte convincenti, perchè ai miei cittadini tengo e voglio che abbiano tutti i servizi per cui pagano fior di tasse. Ritengo che il Lecchese non sia più, da tempo, un'eccellenza nella sanità perchè si continuano a verificare troppe disfunzioni e troppi ritardi. Se le istituzioni regionali e statali non sono capaci di svolgere efficacemente la loro funzione in un ruolo fondamentale come quello della sanità pubblica, allora come istituzione la svolgiamo noi per loro, scusandoci della loro incapacità. Non posso permettere che i miei cittadini non abbiano esami e cure mediche in tempi compatibili con la loro patologia e non posso neanche permettere che solo chi abbia i soldi possa avere visite ed esami celermente, per cui in caso di urgenze paghiamo noi. Poi provvederemo a inoltrare formale richiamo, ma intanto ci pensa il Comune di Pescate.

Piantumazione alla scuola di Pescate, tra qualche anno spunteranno tartufi

Le modalità di erogazione del contributo 

E' lo stesso sindaco De Capitani a indicare le modalità attraverso cui è possibile beneficiare del contributo comunale: «Basta presentarsi in municipio ai servizi sociali con l'impegnativa della prestazione richiesta dal medico e con la prenotazione che dimostri i lunghi tempi di attesa e poi faremo tutto noi, pagando la prestazione sanitaria ed effettuando anche il trasporto se risultasse necessario».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato senza vita in un campo nei pressi della SS36

  • Scrive il messaggio d'addio su Instagram e va sul ponte Kennedy: giovane salvata in extremis dai poliziotti

  • «Mi ha fermato mentre ero in auto e si è finto bisognoso di aiuto per truffarmi 10 euro»

  • Il "parcheggio creativo" immortalato dal Consigliere comunale: «Non si fa»

  • Precipita sul Corno Medale per venti metri, arrampicatore in ospedale

  • Tragedia sul Legnone: scomparso stimato professore di Chimica dell'Università Bicocca

Torna su
LeccoToday è in caricamento