Valmadrera: panchine distrutte in piazza Citterio, individuato il responsabile

Nella mattinata di lunedì la scoperta: il colpevole viaggiava a bordo di un furgone

Foto Pedrani da "Sei di Valmadrera se..."

Valmadrera si è risvegliata con una brutta sorpresa. Nella mattinata di lunedì, infatti, le panchine posizionate in piazza Monsignor Citterio sono state rinvenute distrutte, letteralmente spezzate a metà a causa della manovra sbagliata compiuta, durante le prime ore del giorno, da un autotrasportatore che, a bordo del suo furgone carico di farmaci, ha colpito e demolito i due manufatti in cemento. Il responsabile, come confermato dall'assessore Antonio Rusconi sui social network, è stato «denunciato e identificato» dal Comune, parte lesa materialmente.

Valmadrera, si dibatte sul nuovo centro polifunzionale. A confronto i candidati sindaco 

Sedate sul nascere, quindi, anche le proteste di chi aveva subito gridato all'atto vandalico, francamente molto complesso da realizzare vista la robustezza degli oggetti in questione.

Il Comune: «Multato il conducente»

In riferimento alle segnalazioni pervenute e alle inesatte comunicazioni apparse sui social media si segnala che questa mattina alle ore 8:30 la pattuglia della Polizia Locale, a seguito di segnalazioni, era già intervenuta sul posto individuando l’autore del danneggiamento delle panchine site in Piazza Monsignor Citterio.
Grazie anche all’ausilio delle telecamere, installate a seguito progetti sviluppati nell’ultimo triennio dal Comando di Polizia Locale, collegate all’impianto di videosorveglianza comunale è stato accertato che non si è trattato di un atto vandalico bensì di un sinistro stradale.
In dettaglio un furgone che consegnava medicinali presso la farmacia ubicata in Piazza alle ore 5:49 di questa mattina, eseguendo una manovra in retromarcia, non adottando la necessaria prudenza, ha urtato violentemente le panchine in marmo danneggiandole gravemente. 
Gli Agenti del Comando di Polizia Locale a seguito dei dovuti accertamenti, individuato modello e targa del veicolo, hanno provveduto all’emissione degli atti di competenza che prevedono,oltre al pagamento di sanzioni amministrative, l’obbligo del ripristino dello stato dei luoghi con il pagamento dei danni riportati alle strutture comunali.
Si evidenzia che il conducente del veicolo è stato sanzionato anche ai sensi dell’art. 189 del Codice della Strada per aver omesso di fornire informazioni a seguito del sinistro stradale.

La Lega commenta l'episodio

Potrebbe interessarti

  • Come pulire il lavello in acciaio: rimedi naturali

  • Aree verdi nel Lecchese: 5 mete ideali per stare a contatto con la natura

  • Le proprietà della ciliegia e tutti i suoi benefici

  • Mirtillo nero: proprietà e benefici

I più letti della settimana

  • Troppi batteri nell'acqua del lago e motivi di sicurezza: vietato fare il bagno in tre spiagge del Lecchese

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: ecco il primo negozio dedicato alla vagina

  • Giù la serranda per l'ultima volta: Lecco perde anche Teorema Giocattoli

  • Strappa la collana a una donna, tre passanti lo inseguono e recuperano il bottino

  • Dervio. Accusa malore mentre è in auto: grave uomo anziano

  • Malore alla guida, perde il controllo ed esce fuori strada: elisoccorso in Valassina

Torna su
LeccoToday è in caricamento