Riccardo donò gli organi, il papà: "Spero di conoscere chi oggi vive"

Il 15enne è morto il 2 gennaio 2017 al "Papa Giovanni XXIII" di Bergamo, vittima di un malore

Riccardo Galbiati (foto FB)

È un desiderio che viaggia "via" social nella speranza di avverarsi in un incontro, una stretta di mano, un abbraccio, quello espresso da Marco Galbiati, papà di Riccardo, morto a soli 15 anni vittima di un malore improvviso e fatale.

"Ciao a tutti - ha scritto sul profilo Facebook personale - mi permetto di usare i social e vi chiedo di condividere questa notizia per sperare di raggiungere quelle persone che hanno ricevuto una parte di Riki. Forse non tutti sanno ma Riccarco come ultimo suo gesto ha voluto donare gli organi salvano 3 vite. Ha donato i reni, il fegato e le cornee. Il 2 gennaio 2017, ospedale di Bergamo".

"Mi farebbe stare meglio sapere e conoscere quelle persone che hanno ricevuto una parte di Riki. Ricevere o meglio dare un "grazie", forse mi seguono già su FB e magari ascoltano questa mia richiesta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Le Piazze": torna il supermercato, giovedì Aldi apre il suo punto vendita all'interno del centro commerciale

  • È rientrata la donna di Galbiate scomparsa da ieri

  • Dopo dieci ore di ricerche da parte dei Vigili del fuoco è stata ritrovata la donna scomparsa

  • Come far asciugare il bucato in inverno: consigli utili

  • Auto si ribalta nel tunnel del Monte Barro, quattro persone finiscono in ospedale

  • Minaccia di morte con grosse forbici un barista di corso Martiri

Torna su
LeccoToday è in caricamento