Scappa dal controllo dei carabinieri con la moto: fermato e perquisito, nascondeva della cocaina

Un 29enne originario del Marocco, irregolare sul terriorio italiano, è stato fermato dai carabinieri di Brivio dopo aver tentato di eludere un controllo svolto domenica sera

Nel pomeriggio di domenica 28 luglio i Carabinieri della Stazione di Brivio hanno tratto in arresto, Abdul Dimi, 29enne cittadino del Marocco e irregolare sul territorio nazionale, già noto alle Forze di Polizia; l'accusa rivoltagli è quella di detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacenti.

Rapina alla "Piccola" e spaccio di droga: arrestati un giovane e il suo complice latitante

Il tentativo di fuga e l'arresto

I militari, impegnati in attività di controllo del territorio nel comune di Brivio, hanno intercettato l'africano che, a bordo di un motociclo (risultato poi essere intestato ad un prestanome connazionale, residente in provincia di Bergamo), alla vista dei militari ha tentato, invano, di eludere il controllo. La successiva perquisizione personale svolta sul reo ha consentito di rinvenire 7,4 grammi di cocaina e la somma in denaro contante di cinquecentotrenta euro, ritenuta dai militari provento dell’attività di spaccio.

Robbiate: furto in abitazione, fermata una donna. Caccia ai due complici fuggitivi 

La condanna

L’arrestato nella mattinata di lunedì è stato condotto presso il Tribunale di Lecco per il giudizio direttissimo a seguito del quale il Giudice, nel convalidare l’arresto, ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di firma.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moregallo: ritrovato il corpo senza vita dell'arrampicatore Matteo Sponza

  • Regione Lombardia riconosce cinque nuove attività storiche in provincia di Lecco

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Schianto in via Mazzini a Calolzio, motociclista soccorso d'urgenza

  • Incidenti sulla SS36 nella serata di domenica: coinvolte quattro persone

  • Statale 36: doppio incidente, traffico in tilt anche lungo la Provinciale 72

Torna su
LeccoToday è in caricamento