Chiede soldi a un'anziana per opere di beneficienza, ma è un truffatore: denunciato dalla Polizia

L'uomo è stato rintracciato grazie alla descrizione della donna e schedato: si teme che possa aver commesso azioni simili in passato

Nel pomeriggio di martedì 18 settembre il personale della Squadra Volanti della Polizia di Stato della Questura di Lecco è intervenuto in via Monsignor Polvara di Lecco, in quanto una signora anziana in quel momento ha richiesto l’intervento della Volante per una truffa subita. Quest’ultima ha raccontato ai poliziotti di essere stata avvicinata da uno sconosciuto sulla trentina, descritto con capelli corti neri, alto un metro e ottanta circa, vestito con jeans e maglietta scura, con al seguito un borsone nero da palestra, il quale, con il pretesto di appartenere ad un’associazione di volontariato dedita all’aiuto dei bambini poveri, è riuscito a convincerla a salire in casa a prendere i soldi.

Nasconde microcamera all'esame di guida, denunciato per truffa ai danni dello Stato 

Giunto nell’appartamento, il soggetto ha tirato fuori dal borsone il campionario e, dopo aver mostrato alla signora dei prodotti per la casa e delle confezioni di cerotti, ha chiesto la cifra di cinquanta euro. La vittima, visto il prezzo elevato, ha accettato solo due confezioni di cerotti, pagando con una banconota da cinquanta euro e l’individuo, con un gesto repentino, gliel'ha sfilava dalle mani; poi, rimesso tutto in fretta nella borsa, si è dato a una precipitosa fuga scappando dalle scale dello stabile.

La truffa da oltre 1 milione di euro con finti investimenti postali: arrestate due sorelle

Alle ore 19 una pattuglia della Volante ha rintracciato un soggetto sospetto corrispondente alla descrizione del malfattore in Viale Montegrappa di Lecco e, dopo un primo controllo, lo stesso è stato accompagnato presso gli uffici della Questura. In seguito ad accertamenti investigativi e fondati riscontri, acclarata la dinamica dei fatti, il soggetto è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria.

«Avendo fondati motivi che il reo possa aver commesso altre truffe con la sopra indicata modalità, la Questura di Lecco esorta la cittadinanza a prestare attenzione a soggetti sospetti chiamando il numero di emergenza 112 in tutti i casi di dubbio e/o necessità, nonché chi abbia subito analoghe fattispecie di reato a sporgere denuncia», raccomandano da corso Promessi Sposi.

«Metta l'oro in frigo o si corrode»: la truffa dei finti operatori del gas

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

  • "Lecco non si lega": mille alborelle scendono in piazza contro violenza e odio

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

Torna su
LeccoToday è in caricamento