Sicurezza urbana: Zamperini propone «una commissione consiliare speciale»

Le proposte saranno esposte giovedì sera a Palazzo Falck nell'incontro promosso da Fratelli d'Italia. Presenti anche i candidati alle prossime elezioni

Via Ferriera, gli episodi di violenza e spaccio in centro e in periferia, le risse sui treni. Sono alcuni dei fatti di cronaca dell'ultimo periodo presi in considerazione da Frateli d'Italia nel proporre, giovedì 22 febbraio alle ore 21 a Palazzo Falck, un incontro con cui individuare soluzioni da mettere in campo nella questione sicurezza urbana. Invitata a partecipare la cittadinanza, così come gli amministratori locali, le forze istituzionali, economiche, sociali e di volontariato.

Nel corso dell'incontro interverranno il candidato al collegio uninominale di Lecco per la Camera dei Deputati Alessio Butti, l'avvocato Pietro Porciani, il tenente colonnello della Guardia di Finanza Sergio De Santis, il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Lecco Giacomo Zamperini. Saranno presenti anche i candidati alle prossime elezioni regionali.

«Coinvolgere volontari, installare videocamere»

Fra le proposte che saranno affrontate nel dibattito, Fratelli d'Italia ne individua già alcune tra i servizi di prossimità. «Possiamo ottenere risultati soddisfacenti anche grazie al coinvolgimento delle reti territoriali di volontari e con l'installazione di sistemi di videosorveglianza - dichiara Alessio Butti - La sicurezza urbana è una materia complessa, nella quale entrano in relazione dinamica fattori oggettivi, soggettivi, collettivi e individuali, ed è influenzata da parametri di vario tipo. Il punto di partenza, quindi, deve essere la specifica situazione territoriale sulla quale deve condursi un'analisi approfondita sotto vari punti di vista, coinvolgendo il maggior numero di soggetti possibile, perché la sicurezza è un bene condiviso e partecipato».

Giacomo Zamperini va olte e propone una Commissione consiliare speciale, ai sensi dell'articolo 13 dello Statuto del Comune di Lecco. I suoi possibili compiti? «Esaminare compiutamente la situazione, migliorare il grado di "sicurezza percepita" dalla cittadinanza, promuovere il rispetto del decoro urbano e contestualmente una reale inclusione, una reale protezione e una reale solidarietà umana. Siamo stati gli unici a proporre da mesi l'aumento nel presidio del territorio da parte delle forze dell'ordine, con pattugliamenti straordinari soprattutto in certe zone della città, se necessario utilizzando in supporto anche le forze armate con l'adesione al programma "Strade Sicure". Ora dobbiamo trovare soluzioni concrete prima che la situazione degeneri ulteriormente».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto: ecco cosa cambia nel 2020

  • La terra trema: in serata terremoto rilevato nel territorio di Ello

  • Barzio: tragedia sullo Zucco Angelone, arrampicatore cade durante la scalata e perde la vita

  • Satech si amplia con una nuova sede e trenta assunzioni per il 2020

  • Offerte di lavoro, Sport Specialist assume personale nel Lecchese: come candidarsi

  • Tragedia a Osnago: attraversa i binari e muore sotto il treno

Torna su
LeccoToday è in caricamento