Asili nidi, "ok" dalla commissione regionale al progetto sulla videosorveglianza

Progetto da novecentomila euro. L'assessore Piani: «Un bene l'approvazione del progetto a tutela dei bambini»

È stato approvato oggi in III Commissione Sanità del Consiglio Regionale lombardo il progetto di legge "Iniziative a favore dei minori che frequentano nidi e micro nidi", già illustrato e fortemente voluto dall'assessore alle Politiche per famiglia, genitorialità e pari opportunità Silvia Piani. Il 27 novembre il testo andrà in aula del Consiglio per il voto finale.

Nidi gratis, domande entro il 20 novembre. Dalla Regione 35 milioni

Luoghi di crescita e conciliazione vita-lavoro

«Ringrazio i Consiglieri - dice l'assessore Piani - per gli approfondimenti e per la concretezza dimostrata. Un lavoro importante che va nella direzione di tutelare i nostri bimbi e aiutare famiglie e operatori a vivere con maggiore serenità. I nidi e micro nidi sono essenziali per la crescita dei minori, oltre che un importantissimo strumento di conciliazione tempi famiglia lavoro».

Il Comune cerca un nuovo agente di Polizia locale e una maestra per l'asilo nido

A disposizione nvoecentomila euro

Il provvedimento prevede 300.000 mila euro per sensibilizzare, prevenire, formare e informare operatori e famiglie a disposizione tra il 2018 e il 2019 e 600.000 euro tra il 2019 e il 2020 per chi vorrà installare sistemi di videosorveglianza in via sperimentale.

Dopo i lavori di messa in sicurezza riapre in anticipo l'asilo del Pascolo 

Consiglio regionale in prima linea

«Si tratta di un intervento particolarmente significativo - continua l'assessore Piani - visti i numerosi fatti di cronaca accaduti che hanno coinvolto minori, famiglie e strutture educative. Per questo Regione Lombardia ha messo in atto un'iniziativa che vede in prima linea anche il Consiglio».

Calolzio, riaprono due dei tre asili chiusi per i lavori di messa in sicurezza

Consulta regionale con compiti consultivi e propositivi

Una Consulta regionale creata ad hoc, aperta anche i rappresentanti del Tribunale per i minorenni e della Prefettura, e presieduta dallo stesso assessore avrà un compito consultivo e propositivo. Ne faranno parte rappresentanti del mondo sociosanitario, sociale e dei comuni, di cura dei minori e delle direzioni regionali in materia di politiche sociali, sociosanitarie, istruzione, gestione dati e formazione.

Asili gratis: dodici "nidi" lecchesi ammessi al bando di Regione Lombardia 

Scambi d'informazione e formazione professionale

«Le situazioni di maltrattamento, sebbene isolate - conclude l'assessore Piani - vanno prevenute. Alle Ats abbiamo chiesto di formare il personale per individuare prima i segnali di disagio, favorire un maggiore scambio di informazioni e un lavoro di rete con protocolli tra organismi pubblici e privati. Definire e divulgare le buone prassi per la corretta gestione di queste segnalazioni assicura poi un'assistenza più adeguata alle vittime e alle famiglie».

Potrebbe interessarti

  • Come richiedere la carta d'identità elettronica

  • WhatsApp: ecco come nascondere lo Stato solo ad alcuni contatti

  • Saldi 2019, diamo il via allo shopping intelligente: ecco cosa comprare

  • Anguria: tutti i benefici e le proprietà nutritive

I più letti della settimana

  • Morto per lo scoppio di un serbatoio Gpl, sconvolta la comunità di Garlate

  • Statale 36: ribaltamento nella galleria San Martino, lunghe code in uscita da Lecco

  • Impianto fognario non in regola e ospiti non dichiarati: sgomberato il Camping di Garlate

  • Il Nameless cambia location, Fumagalli: «E' sempre difficile fare scelte così»

  • Trovato senza sensi sulla statale Regina: grave ciclista lecchese

  • Scoppia serbatoio di Gpl a Gravedona: morto un lecchese

Torna su
LeccoToday è in caricamento