Lavoro. Cassa integrazione, aumenta ancora la richiesta di ore

La Uil del Lario ha diffuso il quarto rapporto, elaborato sui dati raccolti dall'Inps nel corso del mese di aprile 2019: a Lecco la richiesta è aumentata di oltre il 40% in un anno

Il 4° rapporto UIL del Lario anno 2019 sulla cassa integrazione nelle Province di Como e Lecco, relativo al primo quadrimestre 2019, rileva l’esplosione della richiesta di ore di cassa integrazione nel mese di aprile rispetto al mese precedente e ad aprile 2018, e conferma l’aumento della cassa integrazione totale da parte delle imprese dei due territori nel primo quadrimestre rispetto allo stesso periodo 2018:

Como

+88,5 %;

Lecco

+42,1 %;

Lombardia

-11,4 %;

Italia

+11,9 %.

La situazione nelle varie articolazioni di cassa si presenta nel seguente modo:

Cassa integrazione in deroga, per effetto della cessazione dell’ammortizzatore, sono poche le ore richieste e derivano da un residuo degli anni precedenti:

Como

-100%;

Lecco

0,0%;

Lombardia

-99,0%;

Italia

-82,9%.

Aumenta la richiesta delle ore di cassa integrazione ordinaria:

Como

+19,6 %;

Lecco

+157,2 %;

Lombardia

-1,4 %;

Italia

-1,1 %

Cresce anche la richiesta delle ore di cassa integrazione straordinaria in Provincia di Como, mentre a Lecco diminuisce:

Como

+238,0%,

Lecco

-59,5 %;

Lombardia

- 18,8 %;

Italia

+26,3%;

A pesare sulla crescita della richiesta di ore di cassa integrazione nel primo quadrimestre 2019 a Como è soprattutto il settore tessile con 725.479 ore di cassa integrazione totale, +20,1% rispetto allo stesso periodo del 2018, ma è anche il settore della metallurgica/metalmeccanica a farsi sentire con 432.242 ore, + 1080,0% rispetto al I quadrimestre 2018.

Mentre, in provincia di Lecco è il settore Metalmeccanico ad incidere sulla richiesta di cassa integrazione, con 278.539 ore e un aumento del 101,0% di richiesta di cassa integrazione totale nel primo quadrimestre 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018. Guardando la cassa integrazione nei singoli settori produttivi nel primo quadrimestre 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente si registra una crescita della richiesta delle ore di cassa integrazione nel settore industriale nelle due province, mentre nel settore del commercio aumenta nella sola Provincia di Como:

Industria:

Como +90,7%

Lecco +49,1%

Edilizia:

Como -42,5 %

Lecco -12,4%

Artigianato:

Como 0%

Lecco 0%

Commercio:

Como +377,9%

Lecco 0%

I lavoratori in cassa integrazione nel periodo Gennaio-aprile 2019 sono stati:

  • Como 2.739;  +1.286 rispetto a I Quadrimestre 2018.
  • Lecco 596;   +177 rispetto a I Quadrimestre 2018.

Dal 4° rapporto UIL del Lario 2019 si rileva una situazione di forte preoccupazione e incertezza dello stato dell’economia nei nostri territori, dettata innanzitutto da una domanda interna che non decolla e a seguire dalle fluttuazioni dei mercati internazionali. La crescita del PIL nazionale dello 0,2% nel primo trimestre del 2019, che se pur ha segnato un’uscita dalla fase di recessione, non può farci dormire sonni tranquilli.

Ancora una volta dobbiamo evidenziare la necessità di rilanciare la domanda interna attraverso maggiori investimenti pubblici in infrastrutture materiali, immateriali, essenziali per sostenere la maggiore competitività delle nostre aziende. È necessario, inoltre, garantire un maggiore potere d’acquisto di pensionati e lavoratori attraverso una diminuzione della pressione fiscale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Grave incidente dopo il Motoraduno per una coppia: «Aiutateci a ritrovare l'angelo che ci ha aiutato»

  • Monticello: emergono le foto dell'Alfa incidentata. Sul web scatta l'ironia

  • Il manifesto per gli auguri di matrimonio che ha incuriosito tanti calolziesi

  • Tragedia a Casatenovo: muore al lavoro nell'azienda agricola

  • La calolziese Silvia protagonista di una delle più importanti fiere d'arte contemporanea d'Italia

Torna su
LeccoToday è in caricamento