Fiocchi Munizioni, «preoccupazioni legate all'acquisizione delle quote di maggioranza»

Volantinaggio dei militanti di Rifondazione Comunista lunedì sera. «Da alcune settimane cassa integrazione, a rischio i 30 contratti a termine. Salvaguardiamo i posti di lavoro»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Negli ultimi giorni a livello locale sentiamo parlare solo di zone rosse e zone blu,come se la centralità dei problemi fosse legata solo ed esclusivamente a un piccolo gruppo di richiedenti asilo. Nella serata di lunedì come Partito della Rifondazione Comunista ci siamo occupati della "zona grigia", quella in cui da parecchi anni vagano i lavoratori.

Zone rosse e zone blu: il nuovo regolamento a Calolzio

Nello specifico un gruppo di militanti ha volantinato alla Fiocchi Munizioni azienda che da alcune settimane sta facendo ore di cassa integrazione e che probabilmente entro l'estate non rinnoverà i circa 30 contratti a termine. La nostra preoccupazione, come quella di alcuni lavoratori che si sono fermati a parlare, è legata all'acquisizione delle quote di maggioranza rilevate dal fondo charme, fondo legato alla famiglia Montezemolo, che dal nostro punto di vista nei prossimi anni cambierà sostanzialmente il sito produttivo, con una ristrutturazione aziendale e una scarsa propensione a relazionarsi con le sigle sindacali.

Come partito abbiamo seguito la vertenza Aerosol azienda che era sempre legata alla famiglia Fiocchi e che solo grazie alla tenacia e lotta di pochi lavoratori ha salvato alcuni posti di lavoro. Crediamo che solo grazie alla solidarietà e la lotta dei lavoratori si possa arrivare a sperare in un futuro di salvaguardia dei posti di lavoro. (in allegato il volantino distribuito)

Partito della Rifondazione Comunista Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento