I segreti della stagionatura del formaggio nelle grotte di Introbio

Un gruppo di 35 visitatori ha avuto la possibilità di visionare lo storico stabilimento della Cademartori a conclusione di "Valsassina: la Valle dei formaggi"

Si sono conclusi sabato scorso con la visita alle grotte della Cademartori gli appuntamenti dedicati ai caseifici di "Valsassina: la Valle dei formaggi". Un gruppo di 35 visitatori ha avuto la possibilità di scoprire i segreti della stagionatura dei formaggi prodotti nello storico stabilimento di Introbio, una tradizione portata avanti da quasi un secolo e mezzo. 

Era infatti il 1882 quando Eugenio Cademartori aprì la sua prima casera a Introbio, mantenendo intatta tutta l'esperienza tramandata di generazione in generazione, tanto che ancora oggi il processo di stagionatura dei formaggi è condotto nelle famose e uniche Grotte naturali di Introbio.

Valle dei formaggi 2019 nel segno di Leonardo

Hanno accompagnato i visitatori il direttore degli stabilimenti di Certosa e Introbio, Pierluigi Bandierali, il responsabile del gruppo Italia dell'assicurazione della qualità della Galbani-Cademartori, Marco Pietro Lepori, Anna Del Vecchio, responsabile di produzione dello stabilimento di Pavia, il direttore di Produzione di Introbio, Silvio Buzzoni, e il responsabile comunicazione e marketing del gruppo, Vittorio Fiore. Alla visita hanno partecipato anche Antonella Invernizzi, presidente del Centro Zootecnico della Valsassina e Montagna Lecchese, il consigliere regionale Mauro Piazza, il referente di Forza Italia per la Valsassina, Umberto Locatelli, e il coordinatore del progetto "Valsassina: la valle dei Formaggi", Giacomo Camozzini. 
La mattinata si è conclusa con una deliziosa degustazione di prodotti a marchio Cademartori, in particolare caprini, taleggio e quartirolo, che sono diventati anche protagonisti delle gustose ricette proposte dal catering a cura di "Osteria il Camino" di Ballabio.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Latitante da 15 anni, preso a Milano il re dei documenti nato nel Lecchese

  • "Black Ink": riciclaggio e bancarotta, truffa da trentacinque milioni. In dodici finiscono nei guai

  • Statale 36: brutto incidente prima della "San Martino", serie le condizioni di un'automobilista

  • Come far durare più a lungo la tinta per capelli

  • Scomparso 32enne: ricerche in corso sul Monte Moregallo

  • Torna il maltempo: nel Lecchese scattano ben tre allerte

Torna su
LeccoToday è in caricamento