Lavoro, dati in chiaroscuro nel Lecchese: più contratti ma cala il "tempo pieno"

La crescita occupazionale che si registra nei nostri territori è essenzialmente part time e a tempo determinato. Monteduro (Uil del Lario): «Precarietà che condiziona pesantemente la vita dei lavoratori»

Posti di lavoro, situazione in chiaroscuro in provincia di Lecco. A confermarlo sono i dati del sistema informativo Quadrante Lavoro di Regione Lombardia forniti dalla Uil Lario sull'avviamento/cessazioni nei primi nove mesi del 2019.

In questo periodo, nel Lecchese gli avviamenti sono stati 27.611, a fronte di 25.734 cessazioni; saldo dunque positivo di 1.877 unità, pari al 6,8%. Dato curioso, stesso saldo (+1.877) verificatosi nello stesso periodo del 2018, ma allora con un incremento leggermente inferiore (8,7%).

Qualità della vita: Lecco scende in classifica

Il contributo maggiore al saldo positivo arriva dall'aumento degli avviamenti dei contratti part time nei primi 9 mesi del 2019: avviamenti part time 7.950; nel 2018 erano stati 7.898; saldo +52. I contratti a tempo pieno sono diminuiti rispetto al 2018, -1.266 in provincia di Lecco (da 20.927 a 19.661).

La situazione nei vari settori produttivi

Agricoltura   +34,5%
Commercio e Servizi   +6,1%
Costruzioni   +12,1%
Industria   +5,2%

È evidente il contributo del settore del commercio e servizi agli avviamenti, a Lecco 17.464 solo in questo settore.

Le diverse tipologie di contratto

Saldo avviamenti / cessazioni, Contratti a tempo indeterminato: Lecco -348 unità, -5,1%
Saldo avviamenti / cessazioni, Contratti a tempo determinato: Lecco + 1.724, +13,5% unità
Saldo avviamenti / cessazioni, Contratti somministrati: Lecco + 103 unità, +2,2%
Saldo avviamenti / cessazioni, Contratti a progetto: Lecco +20 unità, +3,3%
Saldo avviamenti / cessazioni, Contratti di apprendistato: Lecco +378 unità, +51,4%

Il commento

«Ancora una volta emerge che la crescita occupazionale che si registra nei nostri territori è essenzialmente part time e a tempo determinato. Una precarietà che condiziona pesantemente la vita dei singoli lavoratori, in quanto limita la possibilità di avere accesso al credito e la possibilità di costruirsi una pensione dignitosa» commenta Salvatore Monteduro, segretario generale Cst Uil del Lario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

Torna su
LeccoToday è in caricamento