Riva Luigi ’69 ’70 – Cagliari ai dì dello scudetto

SABATO 8 FEBBRAIO 2020 ore 20.45

RIVA LUIGI ’69 ’70 – Cagliari ai dì dello scudetto

Cada die Teatro

Di e con Alessandro Lay

Luci Giovanni Schirru

Suono Matteo Sanna

Scene di Mario Madeddu, Marilena Pittiu, Matteo Sanna, Giovanni Schirru

Nel 1970, quando il Cagliari divenne campione d'Italia, io avevo 8 anni. Non ricordo molto dello scudetto, ma ricordo come era la città, come ci vestivamo, come ci appendevamo ai tram per non pagare, l'album della Panini e le partire ' a figurine' sui gradini della scuola elementare. Ricordo il medagliere, con i profili dei giocatori del Cagliari sulle monete di finto, fintissimo oro da collezionare. E ricordo vagamente un ragazzo schivo, a volte sorridente, che guardava sempre da un'altra parte quando lo intervistavano. Un ragazzo che puntava i pugni in terra e si faceva tutto il campo correndo ogni volta che segnava un gol...

Ingresso posto unico: 9€ 
Biglietti in vendita anche online sul sito Vivaticket.it
Prenotazione consigliata: segreteria@teatroinvito.it | Tel. 0341 1582439 (lun - ven 9.30/13)

“Che cos'è una lingua? "Un sistema di segni", risponde nel modo oggi più esatto, un semiologo. Il gioco del football è un "sistema di segni"; è, cioè, una lingua, sia pure non verbale. La sintassi si esprime nella "partita", che è un vero e proprio discorso drammatico. 

Ci può essere un calcio come linguaggio fondamentalmente prosastico e un calcio come linguaggio fondamentalmente poetico. Per spiegarmi darò alcuni esempi: Bulgarelli gioca un calcio in prosa: egli è un "prosatore realista"; Riva gioca un calcio in poesia: egli è un "poeta realista".”    

    Pierpaolo Pasolini

“Nel 1970, quando il Cagliari divenne campione d'Italia, io avevo 8 anni. Non ricordo molto dello scudetto, ma ricordo come era la città, come ci vestivamo, come ci appendevamo ai tram per non pagare, l'album della Panini e le partite 'a figurine' sui gradini della scuola elementare. Ricordo il medagliere, con i profili dei giocatori del Cagliari sulle monete di finto, fintissimo oro da collezionare.

E ricordo vagamente un ragazzo schivo, a volte sorridente, che guardava sempre da un'altra parte quando lo intervistavano. Un ragazzo che puntava i pugni in terra e si faceva tutto il campo correndo ogni volta che segnava un gol…”

Alessandro Lay

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sport, potrebbe interessarti

I più visti

  • Stagione Teatrale 2019/2020

    • dal 11 ottobre 2019 al 1 aprile 2020
    • Varie
  • Colpo di teatro a Bellano

    • dal 10 gennaio al 2 aprile 2020
    • Cinema di Bellano
  • Mostre 2020 a Lecco: il calendario integrale

    • dal 10 dicembre 2019 al 31 marzo 2021
    • Varie
  • La stagione teatrale 2019/20 di Spazio Teatro Invito

    • dal 18 ottobre 2019 al 24 aprile 2020
    • Spazio Teatro Invito
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LeccoToday è in caricamento