Merate, avviata la fase pilota del progetto Acqua ControCorrente di Lario Reti: installato in Comune un distributore d'acqua

Prevista l’installazione di erogatori di acqua gratuiti nelle scuole e nei municipi

L’erogatore installato da Lario Reti Holding all’interno del Municipio di Merate Lario Reti Holding S.p.A

Prende il via da Merate la fase pilota del nuovo progetto Acqua ControCorrente di Lario Reti Holding, che prevede l’installazione gratuita di erogatori di acqua di tipologie diverse nelle scuole e negli edifici pubblici della Provincia di Lecco.

Rinnovato il Comitato di Indirizzo e Controllo di Lario Reti Holding: Rusconi presidente, Fasoli vice

«Abbiamo installato il nostro primo erogatore nel Municipio di Merate – racconta Vincenzo Lombardo, Direttore Generale di Lario Reti Holding – regalando le nostre nuove borracce in polimero di tritan a tutti i dipendenti e consiglieri comunali, in accordo con la politica "plasticless" dell’amministrazione». L’apparecchio, che eroga gratuitamente acqua naturale ambiente, refrigerata o gassata, è il primo di una lunga e diversificata serie che i gestori del Servizio Idrico Integrato intendono fornire agli Istituti Scolastici e ai Comuni della Provincia per favorire il consumo dell’acqua di rete negli ambienti pubblici e ridurre l’uso di plastica monouso.

Il progetto "Acqua ControCorrente"

«Abbiamo chiamato questo progetto "Acqua ControCorrente", per contrastare le cattive abitudini diffuse nel nostro Paese: siamo infatti la terza nazione al mondo per consumo pro-capite di acqua in bottiglia dopo Messico e Thailandia - spiega Lombardo -. L’Agenda 2030 delle Nazioni Unite ci spinge a promuovere una cultura d’impresa volta alla sostenibilità non solo economica ma anche sociale e ambientale: sfide concrete a cui l’azienda intende rispondere con fatti concreti, a partire da quest’anno».

Comunali 2019 | Massimo Panzeri è il nuovo sindaco di Merate

La fase pilota del progetto prevede, entro il 2020, l’installazione di 20 macchinari in altrettanti luoghi tra scuole, municipi, biblioteche e campi sportivi comunali, aprendo – qualora i risultati fossero positivi, come sperato – alla successiva posa di altri 150 erogatori in pochi anni. «Il nostro è un progetto ambizioso e a lungo termine: vogliamo mettere almeno un erogatore in ciascuna scuola, in ciascun municipio ed in ciascuna biblioteca della Provincia di Lecco - dichiara Lombardo -. È un percorso che deve necessariamente svolgersi su più anni, affiancandosi alle attività e all’impegno di sensibilizzazione dei giovani che Lario Reti Holding e l’Ufficio d’Ambito di Lecco promuovono già da tempo: per cambiare mentalità non basta vedersi erogare acqua buona, sicura e controllata; è necessario anche rendersi conto di quanto questa risorsa sia preziosa e non scontata, così come del lavoro e dell’impegno necessari a portarla in tutte le case».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guida Michelin, il Lecchese si conferma: "Porticciolo" e "Pierino Penati" rimangono stellati

  • Merate: scomparsa Tatiana Malikova, cittadina russa residente in una struttura ricettiva

  • Le migliori scuole della provincia di Lecco: i risultati per ogni indirizzo

  • Statale 36: chiusa la Lecco-Ballabio, traffico in tilt in città

  • Dopo oltre un anno il Ponte San Michele riapre al traffico veicolare

  • Aggiudicati all'asta altri due beni immobili di proprietà del Comune di Lecco

Torna su
LeccoToday è in caricamento