Emergenza neve: a mezzanotte scade l'allerta, ma si alza il pericolo valanghe

La Protezione Civile della Regione Lombardia ha diramato due bollettini nella serata di venerdì

Foto di repertorio

Nel corso della serata di venerdì la neve ha tornato a cadere prepotentemente su Lecco e nelle zone limitrofe, ma non dovrebbe essere un fenomeno duraturo. Stando al bollettino emesso dalla Protezione Civile di Regione Lombardia, a mezzanotte scadrà, infatti, l'allerta diramata nel pomeriggio di giovedì. Allerta di codice arancione rispettata, visto che, seppur non in grande quantità tra i confini cittadini, la "dea bianca" ha colpito in varie fasi della giornata.

Si accende il rischio valanghe

A preoccupare nelle prossime ore, sempre stando all'organismo regionale, sarà soprattutto il rischio legato ai possibili distaccamenti nevosi in alta quota. A partire dalle ore 18 di venerdì e a tempo indeterminato, il codice per il rischio valanghe sarà tra giallo (attenzione) e arancione (preallarme) e comprenderà praticamente tutto l'arco alpino e prealpino del territorio regionale.

Emergenza neve: annullati i campionati provinciali. "Stop" anche dal CSI 

Le previsioni per il fine settimana della Protezione Civile

Un'ampia depressione centrata sull'Atlantico determina l'afflusso di correnti mediterranee, molto umide e perturbate, verso le regioni alpine apportando copiose precipitazioni e venti meridionali molto forti in quota. Oggi, venerdì 01/02, cielo coperto con precipitazioni nevose abbondanti, forti dal pomeriggio. Limite delle nevicate in rialzo dal pomeriggio a 700 m a Ovest e intorno a 1000-1200 m sui settori centro orientali della regione. Previsti 30-70 cm di neve fresca intorno a 1500 metri di quota, localmente valori anche superiori. Venti in quota molto forti da Sud-Ovest (60-90 km/h). L'intensa attività eolica che accompagna le precipitazioni favorisce una deposizione molto irregolare della nuova neve: su creste e dorsali gli spessori saranno più ridotti mentre in canali, avvallamenti a tutte le esposizioni, nonché sui versanti sottovento, andranno a formarsi significativi accumuli e lastroni.

La neve blocca sulla SS36 bimba di nove anni in viaggio da Napoli per cure urgenti

Domani, sabato 02/02, cielo da molto nuvoloso a coperto con precipitazioni residue nella notte e primo mattino poi in ripresa dalla serata sui settori orientali. Limite delle nevicate intorno a 1000-1300 m, in abbassamento la sera. Previsti nelle 24 ore 10-15 cm sulla fascia orientale, pochi centimetri a Ovest. Venti in quota moderati da Sud in rotazione e rinforzo da Nord nel pomeriggio. L'attività eolica in quota rimaneggerà ulteriormente la neve fresca e recente alimentando gli spessori, già notevoli, nelle zone più favorevoli all'accumulo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ghiaccio causa guasto sulla linea: traffico ferroviario in tilt

Domenica il tempo, dopo una fase piovosa limitata alla mattinata, dovrebbe progressivamente migliorare e lasciare spazio anche a un lieve rialzo delle temperature (massima prevista sei gradi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco in lutto per la scomparsa di Antonella: giovane madre, lascia quattro figli

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, il Presidente Attilio Fontana ha firmato una nuova ordinanza

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Coronavirus, Borrelli sposta la fine della quarantena: «Credo che staremo a casa anche il primo maggio»

  • Civate in lutto per la scomparsa di Ambrogio Rusconi, storico commerciante del paese

Torna su
LeccoToday è in caricamento