"Dalla Balilla alla Panda" all'Airoldi e Muzzi

Mostra fotografica ed esposizione d'auto d'epoca alla casa di riposo di Lecco: «Iniziativa per favorire la memoria». Coinvolti anziani, parenti e volontari

Carlo Casari, referente per la Regione Lombardia del Registro Autobianchi-Gruppo Fiat.

Prenderà il via agli Istituti Airoldi e Muzzi onlus di Lecco il prossimo sabato 14 settembre il progetto “Dalla Balilla alla Panda …dagli anni ’30 agli anni ’80”, realizzato dal Servizio Educativo degli Istituti in collaborazione con Carlo Casari, referente per la Regione
Lombardia del Registro Autobianchi-Gruppo Fiat.

Tutti pazzi per le Guzzi: folla al motoraduno internazionale di Mandello

«Il progetto nasce dalla considerazione che la memoria, tra le abilità cognitive, è quella che risente maggiormente del passare del tempo e richiede di essere continuamente stimolata - fanno sapere dalla Casa di riposo lecchese - Vivere un'esperienza diretta può favorire la rievocazione di vissuti legati alla propria storia di vita personale, stimolare la memoria, la curiosità e il piacere della condivisione di esperienze. Di qui l’idea di promuovere un lavoro di memoria attraverso la rivisitazione della storia delle auto più conosciute con riferimenti ad usi e costumi delle famiglie italiane. L’automobile per molti ha rappresentato una vera e propria svolta ed è passata dall’essere un sogno a diventare un bisogno. Negli anni Trenta a potersi permettere la Balilla erano funzionari e i dipendenti di fascia alta con stipendi che oscillavano tra 600 e 1.000 lire. E non è un caso che proprio in questo contesto nasca la famosa canzonetta “Mille lire al mese”. La storia sociale, culturale e politica del nostro Paese si intreccia con auto, canzoni, moda, cibo e ognuna di queste componenti ha caratterizzato nel corso degli anni i cambiamenti di stile di vita, linguaggio, costumi e tenore di vita degli italiani: gli stessi cambiamenti che hanno vissuto nella loro diretta esperienza uomini e donne che sono oggi ospiti in questi Istituti».

Il programma

Il progetto si sviluppa attraverso una serie di proposte:
- Dal 14 al 20 settembre 2019, in sala animazione: Mostra fotografica con protagoniste le immagini delle auto a partire dagli anni 1930/40. Il materiale esposto proviene dalla collezione di Carlo Casari, referente per la Regione Lombardia del Registro Autobianchi-Gruppo Fiat.
- Proiezioni di immagini, commento e reminiscenza in incontri con gli ospiti presso le Residenze: gli incontri saranno promossi dal Servizio Educativo in collaborazione con Carlo Casari nelle giornate di martedì 17 settembre, mercoledì 18 settembre e giovedì 19 settembre.
- Sabato 14 settembre, dalle ore 15, ospiti, familiari, volontari potranno ammirare, parcheggiate lungo i viali del parco, alcune auto delle varie epoche, gentilmente messe a disposizione da alcuni collezionisti. 

L’esposizione sarà accompagnata dall’esibizione del gruppo “Le Moonlight Majorettes di Primaluna” che, con la loro maestrìa, contribuiranno a ricreare il clima delle grandi feste, portando colore e un tocco di particolare allegria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Grave incidente dopo il Motoraduno per una coppia: «Aiutateci a ritrovare l'angelo che ci ha aiutato»

  • Monticello: emergono le foto dell'Alfa incidentata. Sul web scatta l'ironia

  • Il manifesto per gli auguri di matrimonio che ha incuriosito tanti calolziesi

  • La calolziese Silvia protagonista di una delle più importanti fiere d'arte contemporanea d'Italia

  • Tragedia a Casatenovo: muore al lavoro nell'azienda agricola

Torna su
LeccoToday è in caricamento