Ex militante delusa mette all'asta spilla del M5S: il ricavato finanzierà borsa di studio per migranti

L'iniziativa lanciata sul gruppo Facebook "Lecco Società Politica e Cultura". Alice Bianchi: «Sosterrà la formazione di un ragazzo penalizzato dal Decreto Sicurezza"

La spilla messa all'asta su Facebook

Ha messo in vendita la spilla con il logo del Movimento 5 Stelle perché «delusa» dalle politiche dell'attuale forza di governo. Il ricavato contribuirà a finanziare una borsa di studio per un migrante rimasto escluso dal progetto dopo il cosiddetto "Decreto Salvini".

A proporre l'asta benefica è Alice Bianchi dell'associazione "Lezioni al campo". Il suo post sul gruppo Facebook "Lecco Società Politica e Cultura" (che annovera quasi 1.500 iscritti) ha subito ottenuto grande interesse, e nel giro di poche ore la semplice vendita si è trasformata in vera e propria asta, nella quale si è aggiunta - da parte di un altro utente ed ex militante - una maglietta del Movimento 5 Stelle autografata da Beppe Grillo durante il suo comizio a Lecco del 2013.

Mamma e bimbi rischiano di finire per strada: li ospita il Comune di Abbadia

«Noi militanti avevamo organizzato quella serata - ricorda Alice Bianchi - Avevo comprato la spilla proprio in quell'occasione, per autofinanziamento. All'epoca credevamo nei valori del movimento, eravamo diverse persone con estrazione di sinistra. Col passare del tempo, però, le cose cambiarono, progressivamente fecero il loro ingresso elementi della Lega e di estrema destra e le divergenze divennero insuperabili, per cui abbandonai il M5S nel 2014. Adesso le politiche attuate dal governo, soprattutto sull'immigrazione, sono inaccettabili. Ho ritrovato la spilla durante un trasloco e ho deciso di disfarmene».

Incontro a Lecco sul Decreto Salvini e gli effetti sul territorio

L'idea dell'asta è maturata vedendo le risposte degli altri utenti. «Ho pensato che sarebbe bello contribuire al progetto che stiamo portando avanti con "Lezioni al campo" - prosegue Alice - Stiamo raccogliendo fondi per finanziare una borsa di studio per un ragazzo, se riusciamo anche due, quindi tutto ciò che riusciremo a raccogliere andrà benissimo. È un progetto di formazione meccanica per un migrante, uno dei tanti penalizzati dal Decreto Sicurezza, perché la formazione adesso è riservata soltanto a chi ha già lo status di rifugiato ed è entrato nell'ambito "Sprar". Tutti gli altri non avranno diritto alla formazione». L'asta acquisisce dunque, oltre all'aspetto benefico, anche un chiaro significato provocatorio, avendo il M5S avallato con la Lega la stesura e l'approvazione del Decreto Sicurezza.

Chi fosse interessato a partecipare all'asta può iscriversi (se non lo ha già fatto) al gruppo "Lecco Società Politica e Cultura" o contattare direttamente Alice Bianchi.

De Capitani dopo il Decreto Sicurezza: «Va chiuso il FerrHotel»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Tragico incidente sull'A9: morto Claudio Zara, Direttore Sanitario di Synlab San Nicolò Como e Lecco

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

  • Nuovo digitale terreste 2020: cosa cambia per gli utenti

Torna su
LeccoToday è in caricamento