Il sindaco di Ballabio: «Episodi "balordi" camuffati da politica»

Striscione abusivo e volantino anonimo contro vigilanza notturna e Squadra antidegrado, Consonni: «a chi danno fastidio?»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

In contemporanea al varo della iniziativa di controllo notturno (2/3 passaggi per le vie del paese 7 giorni su 7 nel contesto di Ronde Dinamiche come da indicazione della Prefettura) affidato a un istituto di vigilanza privata, si sono verificati strani episodi, in tutta evidenza camuffati da motivazioni politiche.

Il primo episodio è uno striscione abusivo con scritto "volete guardie armate ma non c'è ombra di iniziative organizzate"; il secondo è la diffusione di un volantino anonimo e illecito contro la vigilanza notturna e persino contro la Squadra antidegrado che contribuisce alla manutenzione del paese. Nello stesso periodo rilevo anche l'asporto di tre viti che mi si dice avvenuto ai danni dell'auto del cofondatore di un sito locale avverso all'Amministrazione comunale.

La squadra antidegrado di Ballabio in azione: c'è anche il sindaco

La caratteristica che collega i due episodi di "contestazione" è l'illegalità e il camuffamento politico, con l'utilizzo dilettantesco e pretestuoso di argomentazioni "sociali". Lo striscione collega le "guardie armate" alle "iniziative organizzate": come se vi fosse un nesso tra sicurezza e divertimento, tanto meno in un paese dove, nel periodo estivo, quasi ogni giorno c'è qualcosa (dai concerti alle serate delle associazioni, dalle iniziative di Pro loco e Comune sino all'oratorio, dal Cinema all'Aperto sino ai lavori di Util'Estate etc...).

Quanto al volantino, si tratta di un capolavoro di ignoranza, che arriva a collegare l'attività della Squadra anti degrado alla incapacità di svolgere l'ordinaria amministrazione: semmai l'incapacità di governo è stata dimostrata dalla precedente Amministrazione che ha fatto conoscere a Ballabio l'umiliazione del commissariamento prefettizio! Noi continuiamo a lavorare cercando di fare cose apprezzate dai cittadini, e riuscendo anche a mantenere ogni anno la promessa di non aumentare mai tasse e tariffe comunali. Cioè ben più dell'ordinaria amministrazione: è evidente che chi ha scritto il volantino nulla sa di Ballabio.

Sicurezza integrata: a Ballabio guardie giurate per la vigilanza notturna

Circa i bulloni svitati, mi rallegro che la persona coinvolta sia rimasta incolume, ma mi rammarico che, riferendosi all'accaduto di cui è stato vittima, abbia criticato dal suo sito chi si occupa della sicurezza in paese (in primis le forze dell'ordine a cui, invece, va tutto il mio apprezzamento): probabilmente lo scopo del balordo che ha compiuto il sabotaggio era proprio quello di far nascere polemiche.

Non pretendo che tutti condividano le nostre scelte, ma questa serie di episodi non ha alcuna dignità, tantomeno politica, poichè l'opposizione ballabiese ha ben due sigle e certamente non si sarebbe nascosta nell'anonimato per dire la sua. Invece, questo attacco con metodi illeciti e "balordi" proviene da qualche soggetto che, per motivi strani, vorrebbe farci recedere da scelte per le quali i cittadini mi stanno dimostrando unanime apprezzamento. Non si illudano quanti si credono padroni delle notti ballabiesi: noi andiamo avanti offrendo al paese uno strumento in più che può essere utile, anche perchè ho notizia di certi giri di spinelli che non risparmiano Ballabio, mentre è ancora vivo il ricordo di vandalismi compiuti ai danni di cittadini e commercianti.

Il sindaco di Ballabio, Alessandra Consonni

Torna su
LeccoToday è in caricamento