Online il Bilancio sociale del Comune di Lecco. Brivio: «Resoconto chiaro»

Consultabile in rete, riporta le scelte e le attività dell'Amministrazione dal 2015 al 2020. Il primo cittadino: «Un'operazione verità rivolta a tutti»

È online il bilancio sociale del Comune di Lecco, che comunica le scelte e le attività dell'Amministrazione comunale, come l'ente abbia impiegato le risorse e con quali risultati prodotti per la comunità lecchese in questi ultimi anni di mandato.

Il Bilancio sociale è uno strumento di trasparenza che serve a dare conto in modo chiaro e puntuale dell'attuazione degli impegni assunti. Risponde alla Direttiva del Ministero della Funzione Pubblica sulla rendicontazione sociale nelle Amministrazioni pubbliche e alle indicazioni del Ministero degli Interni, Osservatorio per finanza e la contabilità degli Enti locali e questa prima versione onlineche sarà aggiornata nei primi mesi del 2020, si riferisce al lavoro del Comune fino al 30 settembre 2019.

Cos'è il Bilancio sociale

Si tratta di una base informativa per favorire una partecipazione consapevole di tutta la comunità e rinforzare senso di appartenenza e coesione. In homepage sono subito visibili i principali numeri relativi alle politiche di gestione delle risorse umane ed economiche, dal numero di dipendenti (323) in forza all'Amministrazione, alla riduzione del debito dal 2016 (-11 milioni di euro), agli investimenti stanziati per abitante nel 2018 (335 euro, il 71% in più rispetto al 2016). Seguono poi i risultati raggiunti, presentati in modo smart in forma di pillole grafiche, relativi ad esempio al numero di visitatori ai musei cittadini (aumentati del 40% dal 2015 al 2018) o agli interventi per la messa in sicurezza delle scuole (1,4 milioni investiti, realizzando il 100% degli interventi urgenti programmati). Le attività e risultati sono organizzati sulla base dei temi chiave della visione politica, contenuti nel programma di mandato del sindaco votato dai cittadini e in seguito approvato dal Consiglio comunale.

Il commento del sindaco Brivio

Il bilancio sociale è di sicuro espressione di un lessico nuovo, certamente estraneo alla maggioranza dei cittadini. La tradizione vuole che a scandire ogni anno amministrativo e indicare i binari entro i quali muoversi in rapporto alle finanze (quante volte abbiamo visto paragonare l'oculatezza di un sindaco con quella del pater familias) siano il bilancio preventivo e il conto consuntivo che, in qualche modo, sono gli strumenti che certifica la qualità e la quantità dell’azione amministrativa. Come si sa, è un'operazione complessa e anche complicata perché entrano in campo non solo le scelte della politica ma anche i tecnicismi.

È corretto affermare che un bilancio prevalentemente ragionieristico è un segno di resa alla ineluttabilità della legge, ma un bilancio pindalico ha in sé il carattere della velleità ed è fonte di delusione, se non di indignazione. Allora cos’è il bilancio sociale presentato in questi giorni?

Tre elementi vanno sottolineati: il primo riguarda l'indirizzo della politica innovativa declinata sui temi, argomenti e prospettive, individuati e raccontati al di fuori degli stretti schemi organizzativi (sicurezza, territorio, scuola, ambiente, cultura, mobilità, sport e giovani, turismo, politiche sociali, relazione con i cittadini) È una titolazione meno burocratica e sta a significare non un cambiamento linguistico ma un modo diverso di procedere ed approcciarsi al cittadino.

Il secondo aspetto riguarda i contenuti, laddove l'impegno è stato quello di dar vita ad una sorta di "operazione verità", senza finte e soprattutto non relegata al circolo degli addetti ai lavori.

Il terzo punto è quello della partecipazione che non ha colore perché, per me, non è mai stata retorica l'affermazione classica che recita: sarò il sindaco di ciascun lecchese, cioè aperto a considerare il bisogno come condizione specifica di ciascun individuo.

Questo anche perché nel modello  di società globale il rischio è di utilizzare modalità di intervento generiche, quando invece la società (di qui il bilancio sociale) è sempre più parcellizzata e divisa dalle condizioni che il cittadino vive nel contesto privato, sul posto di lavoro, nell'intreccio con le istituzioni.

Non basta un investimento per una categoria, così come non basta un'opera pubblica per giustificare l'impegno dell'amministrazione, se non cogliamo l'interezza delle problematiche, piccole e grandi, che si snodano nel quotidiano, nel presente, nel futuro!

Virginio Brivio, sindaco di Lecco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

  • Tragico incidente sull'A9: morto Claudio Zara, Direttore Sanitario di Synlab San Nicolò Como e Lecco

  • Gli occhi della Prefettura sul "Cermenati": messi i sigilli con "un'antimafia" al bar del centro

  • Bimba nasce prematura in casa, intervento dei soccorsi a Vendrogno

  • Nuovo digitale terreste 2020: cosa cambia per gli utenti

Torna su
LeccoToday è in caricamento