Tutte pazze per il krav maga, boom di partecipanti al corso di autodifesa femminile

Al via a Calolzio le lezioni tenute dal team dell'istruttore Mirko Sanna. L'assessore Cristina Valsecchi: «Iniziativa gratuita del Comune per la prevenzione e la sicurezza. Ben 114 le donne iscritte. C'erano anche altre richieste, ma i posti sono subito esauriti»

Istruttori e partecipanti al corso di autodifesa femminile organizzato gratuitamente dal Comune di Calolziocorte. La prima lezione si è tenuta ieri sera, martedì, all'oratorio di Sala.

Ben 114 donne iscritte e tutto esaurito al corso di autodifesa femminile promosso gratuitamente dall’Amministrazione di Calolzio. Le lezioni di krav maga sono iniziate ieri sera, martedì, all’oratorio di Sala in accordo con la parrocchia della frazione e con la scuola “Defendo Krav Maga” fondata dall’istruttore calolziese Mirko Sanna e altri quattro amici.

A Calolzio un corso gratuito di autodifesa femminile

Proprio Sanna, reduce da uno stage in Israele, patria di questa tecnica di combattimento ravvicinato a mani libere, ha aperto il corso. «Vogliamo insegnare soprattutto la prevenzione, l’atteggiamento mentale da tenere nel caso di un’aggressione, le tecniche di base per potersi difendere - spiega Sanna - Il krav maga è una tecnica basata su situazioni molto reali, sulla capacità di reagire di un fronte a un gesto violento, come può essere un pugno, uno schiaffo o un tentativo di strangolamento. Si tratta del terzo corso che proponiamo a Calolziocorte su iniziativa del Comune e devo dire che le donne iscritte sono sempre tantissime, anche quest’anno un numero davvero importante. Come “Defendo Krav Maga” prestiamo il nostro insegnamento gratuitamente perché ritengo giusto che ogni persona doni un po’ del proprio tempo agli altri. Io posso farlo sul fronte dell’autodifesa e della sicurezza. In passato c’è stata anche una ragazza che aveva partecipato alle nostre lezioni e imparando le tecniche di autodifesa era riuscita a difendersi di fronte a un tentativo di aggressione. Mi ha fatto piacere sapere che un’azione violenta è stata sventata anche grazie a questa iniziativa».

Insieme a Mirko Sanna, presenti al corso come istruttori anche Angela Carsaniga, Laura Rigamonti, Cristian Clerici, Walter Bacchini, Laura Rigamonti e Vito Signorile.

Code all’ingresso per le adesioni, partecipanti di diverse età, il desiderio di sentirsi più sicure e di non avere paura di fronte a situazioni di pericolo. Dopo le foto di rito, il saluto dell’assessore a Protezione civile e Associazioni del Comune di Calolziocorte, Cristina Valsecchi, che ha promosso il corso gratuito dopo le edizioni passate già volute dalla precedente Amministrazione.

«Il numero di adesioni è aumentato e abbiamo dovuto dire diverse no per le tante richieste - fa sapere Cristina Valsecchi - Già nella prima settimana di preiscrizioni i posti erano esauriti. Promuoviamo questa iniziativa per aiutare le donne a difendersi e a reagire in caso di aggressioni o situazioni di pericolo. La sicurezza è una priorità, così come lo è la prevenzione di situazioni a rischio. Io stessa, dopo aver imparato le mosse spiegate da Mirko e colleghi, in passato ho messo in fuga un ladro entrato nel mio negozio. Siamo molto felici della risposta avuta in termini di partecipazione. Ringrazio Defendo Krav Maga e la parrocchia per la collaborazione gratuita che ci è sata data».

Il parroco: «Importante aiutare le donne a sentirsi più sicure»

Il parroco don Luca Casali ha così commentato il sostegno fornito al corso di autodifesa: «Tutto ciò che può servire a una donna per sentirsi più sicura è utile. La nostra parrocchia collabora volentieri con enti locali, comuni e scuole per iniziative di servizio e di interesse pubblico come questa».

Spazio poi all’allenamento con l’insegnamento di colpi e mosse necessari per respingere un attacco: rispetto alla prima edizione del corso più prove pratiche e meno teoria, con gruppi di lavoro seguiti da vicino da istruttori e istruttrici. «Un ‘iniziativa molto utile - hanno commentato alcune partecipanti - ora i malintenzionati dovranno stare attenti». Le lezioni si terranno tutti i martedì sera fino al 23 aprile.

La testimonianza di una calolziese: «I ladri hanno messo sottosopra la nostra casa. Viviamo nella paura e non è giusto»

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Incendi boschivi: scatta l'allarme rosso in varie zone della Lombardia, Lario compreso

  • Notizie

    Aperto il primo asilo per cani in provincia di Lecco

  • Cronaca

    Alberi crollati, tetti scoperchiati: il vento devasta il territorio. Fiamme sul Cornizzolo

  • Notizie

    Verifiche di stabilità, due ponti chiusi in notturna a Calolzio

I più letti della settimana

  • Esenzioni ticket, si cambia: durata limitata e rinnovo non automatico

  • Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

  • Frustato perchè non abbastanza produttivo: giovane lavoratore si licenzia e denuncia il caso

  • Incidenti e cantieri deserti: traffico in tilt fino all'Alto Lago

  • Treni Storici: arriva il Lario Express, da Milano a Lecco su treni d'epoca

  • Statale 36: ennesimo incidente nella galleria del Monte Barro, traffico paralizzato

Torna su
LeccoToday è in caricamento