Dal corteo al teatro, le celebrazioni del XXV Aprile a Mandello

Cittadini, associazioni e autorità sono intervenuti alle iniziative promosse dal Comune per ricordare l'anniversario della Liberazione

Il sindaco di Mandello Riccardo Fasoli depone la corona di fiori al monumento dei caduti.

Corteo con cittadini e associazioni, messa, interventi delle autorità e deposizione della corona di fiori al monumento dedicato ai caduti. Anche Mandello ha celebrato il XXV Aprile con un programma di cerimonie che ha ricalcato quello delle passate edizioni richiamando molte persone per ricordare l'Anniversario della Liberazione.

Calolzio, in tanti alla manifestazione del XXV Aprile. Tra tricolori giganti e manifesti contro le "zone rosse"

Ad opera dell'Amministrazione comunale oggi, giovedi, la manifestazione (nelle foto di Alberto Bottani) si è aperta alle  8 con la posa di corone di fiori e alloro alle lapidi dei caduti vittime dei conflitti bellici, sul territorio mandellese. A seguire la formazione del corteo che da piazza Leonardo Da Vinci si è portato verso il cimitero per la messa delle 10.30 con il discorso finale affidato al sindaco Riccardo Fasoli.

In serata spettacolo dedicato alla Resistenza al teatro De Andrè

"Storie minime in una vicenda massima” lo spettacolo che verrà messo in scena in serata al teatro De Andrè in serata. L'opera propone con la formula teatro-canzone, il racconto delle umane vicende, caratterizzate da scelte coraggiose e disinteressate, volte a realizzare quelle grande vicenda storica che è stata la Guerra di Liberazione dal nazifascismo. Decime di migliaia di persone in particolare giovani, all'indomani dell'8 settembre 1943 si trovarono un bivio esistenziale. Scegliere se sottomettersi alla dittatura nazifascista o optare per la liberazione del Paese. Lo spettacolo del De Andrè porrà l'accento su queste vicende, vissute più di 70 fa da questi eroi della Resistenza. I testi dell'opera teatrale sono firmati da Roberto Curatolo, le musiche e liriche da Tiziano Mazzoni sotto la direzione artistica di Gianni Zuretti. Le voci narranti sono di Roberto Curatolo, Ignazio Occhipinti, Federica Toti. Alla chitarra e voce, Tiziano Mazzoni, Gianfilippo Boni, tastiere e voce, Ettore Bonafè alle percussioni. Plauso di pubblico e critica per uno spettacolo di rilevante spessore artistico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

  • "Lecco non si lega": mille alborelle scendono in piazza contro violenza e odio

  • Ristoratori egiziani donano l'incasso all'ospedale di Lecco: «Il nostro grazie alla vostra sanità»

Torna su
LeccoToday è in caricamento