Merate Film Festival: la prima edizione nel nome di Sua Santità JORGE MARIO BERGOGLIO

Omaggiare il cinema; conoscere e comprendere il mondo attraverso la figura di eminenti personalità dei nostri giorni; creare momenti di incontro e aggregazione sociale e scambio d’esperienze; completare l’offerta culturale cittadina attraverso un progetto semplice ma ambizioso; sono questi gli obiettivi del Merate Film Festival.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

La tematica “Icone contemporanee” vuole essere una strategia per coinvolgere e appassionare un pubblico trasversale; non un’utenza specializzata, ma il pubblico più ampio degli appassionati d’arte, grazie alla peculiarità del cinema di congiungere musica, teatro, fotografia, letteratura. Una festa delle arti, dunque, anche per conoscere o riscoprire capolavori del nostro passato.

La prima edizione dedicata a Jorge Mario Bergoglio, nel primo anniversario dalla salita al soglio pontificio, vuole essere un’occasione per riscoprire capolavori e rarità della produzione cinematografica (dagli esordi ai nostri giorni), attraverso un cartellone ricco di iniziative, non solo proiezioni ma anche concerti, conferenze, incontri e esposizioni.

L’omaggio a Papa Francesco non è, però, casuale. Il Pontefice si definisce una persona curiosa e attenta all’arte, “Un gesuita deve essere creativo. Per un gesuita e’ estremamente importante!” sostiene Bergoglio. Papa Francesco racconta di aver conosciuto il grande cinema fin da giovane, grazie ai Suoi genitori, e di amare in particolare i registi italiani quali Fellini e Rossellini. “La strada di Fellini e’ il film che forse ho amato di più. Mi identifico con quel film nel quale c’e’ un implicito riferimento a San Francesco. Credo poi di aver visto tutti i film con Anna Magnani e Aldo Fabrizi, quando avevo tra i 10 e i 12 anni. Devo la mia cultura cinematografica soprattutto ai miei genitori che ci portavano spesso al cinema.”

Numerose saranno le proiezioni, con capolavori storici e opere dei nostri giorni, presentate nel programma del festival, anche con la partecipazione di esperti e intellettuali che introdurranno la visione, non sottraendosi ad interventi e scambi d’opinioni col pubblico. La priorità del Merate Film Festival sarà di rivolgersi a un pubblico ampio e interessato, permeando il territorio con le proprie iniziative, coinvolgendo i numerosi spazi pubblici e le diverse sale parrocchiali, ma soprattutto organizzando incontri con i giovani presso le scuole di tutti gli ordini e gradi e attivando l’intera comunità cittadina (attraverso la collaborazione con enti e associazioni del territorio).

Il programma del festival prevede diverse proiezioni ad ingresso libero: "Fratello Sole sorella Luna" di Franco Zeffirelli (Domenica 23 marzo, ore 16.30 – Parrocchia S. Marcellino di Imbersago), "La strada" di Federico Fellini (Domenica 30 marzo, ore 15 - Parrocchia di S. Stefano in Novate Brianza), "Francesco, giullare di Dio" di Roberto Rossellini (Mercoledì 2 aprile, ore 21 - Parrocchia S.Pietro Apostolo di Sartirana Briantea), "Habemus Papam" (Mercoledì 9 aprile, ore 20.30 - Convento S. Maria Nascente di Sabbioncello di Merate). Un evento speciale sarà la proiezione del 12 aprile presso il nuovo auditorium della città: la vita di San Francesco raccontata da Mario Corsi e Ugo Falena, nel primo kolossal cinematografico italiano “Frate Sole” del 1918; la pellicola muta francescana sarà accompagnata dall’Orchestra I Solisti Lombardi, diretta dal Maestro Alessandro Calcagnile, che eseguirà le musiche originali del film (composte da Luigi Mancinelli, in un nuovo adattamento di Rossella Spinosa), così come avveniva per le visioni pubbliche agli inizi del secolo passato. Si segnala, poi, la proiezione di giovedì 10 aprile, ore 21, presso CineTeatro Alessandro Manzoni di Merate in collaborazione con “Merate Cinema” con l’opera "Su Re" del sardo Giovanni Columbu. Diversi gli incontri e le proiezioni per le scuole, con le pellicole storiche: “Il Poverello d’Assisi” di Enrico Guazzoni e “Christus” di Giulio Antamoro. La manifestazione si chiuderà il 15 aprile con un omaggio musicale al Pontefice, la Via Crucis di Franz Liszt eseguita dal Coro Euridice di Bologna diretto dal M° Pierpaolo Scattolin insieme al duo pianistico PIANOx2.

Il Merate Film Festival è promosso da Associazione TEMA (Talenti Europei per la Musica e l'Arte), con il patrocinio e il contributo del Comune di Merate, con il patronato della Presidenza della Regione Lombardia e la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Lecco. Il festival è realizzato con la collaborazione del Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale di Roma. Direzione artistica di Rossella Spinosa

Informazioni e programma sul sito:

www.meratefilmfestival.it

Torna su
LeccoToday è in caricamento